• Set
    01
    2011

Album

Cash Money

Add to Flipboard Magazine.

Inspiegabile — ma poi mica tanto, se è vero come è vero che una delle vie del futuro dell'hip hop è mettere assieme rapper con la voce scorticata dal fumo e dalla coca e basi supercesellate del producer arty di turno — feticcio di gente come Flying Lotus e Clams Casino, simbolo del gangstarappismo di terza generazione, Lil Wayne è responsabile di un sacco di monnezza, ovviamente sempre peggio con gli anni, ma anche di una bomba da mettere sempre nelle playlist come A Milli (2008, marcissimo gangsta-ragga-rap con base ossessiva e ipnotica firmata da Shondrae Crawford/Bangladesh, produttore lanciato da Ludacris; vedi il video in piano sequenza e senti il remix di James Blake a nome Harmonimix).

Rebirth era una ciofeca, I Am Not a Human Being (settembre 2010) manco l'abbiamo voluto recensire. Torna adesso la saga di Carter, dopo il solito arresto un po' strategico, con un disco, abbandonato il crossover a base di chitarrazze e autotune onnipresente, che comodamente si posiziona su un pimp rap che strizza l'occhio al pop.

Spaccone come sempre (President Carter), con quel suo rappato monocorde come se stesse cantando sempre lo stesso pezzo (macroscopicamente, in Two Shots, una dei 3 bonus della Deluxe Edition, specie di autoplagio di A Milli appunto, coprodotta nientemeno che da Diplo), con sotto un tappeto di cliché e trucchi truzzo-pathos a palate (vedi So Special, con un forse mai così sputtanatissimo John Legend), tra electro-ragga (Megaman), piano orientale (Nightmares of the Bottom) e riscaldamenti pre-club (She Will; ovvero il tamarro patinato). Ciliegine, in negativo: quella zecca di T Pain sempre appiccicata (How To Hate; tranquillo T, noi lo sappiamo benissimo) e il picco di inascoltabilità e ridicolaggine che è il Lil Wayne versione crooner (Low Love).

Potrebbe fare hardcore serio se solo lo volesse, ma certo per il pop – artisticamente, non a livello di riscontri commerciali – non è proprio tagliato. Outro con Busta Rhymes e Nas, che su Twitter dicono di adorare il ragazzo. Alla fine, tutto considerato, per lui, un disco dignitoso.

1 Dicembre 2011
Leggi tutto
Precedente
Frozen Farmer – Ep Frozen Farmer – Ep
Successivo
Sick Tamburo – A.I.U.T.O. Sick Tamburo – A.I.U.T.O.

album

artista

Altre notizie suggerite