• Apr
    01
    2008

Album

Warner Music Group

Add to Flipboard Magazine.

Difficile bissare il successo di Confessions. Dopo la disco, Madonna ci prova con l’hip-hop e flirta con Justin Timberlake. Ringiovanisce ancora e si trasforma nuovamente in un’altra se stessa. Musicalmente la “lady di ferro” del pop attacca il mondo dell’anima nera ed entra dalla porta di servizio: non potendo puntare sulla voce (che probabilmente non ha mai avuto) ci va di stile. E qui le sue carte sono tutte in regola per tentare un approccio di contaminazione che
riporti il suo pop alla dimensione black.

Il risultato sono purtroppo solo alcuni singoli buoni: 4 Minutes ricalca con fiati e marcette bandistiche le prove della Furtado più hip-hop, Give It 2 Me è un funkettino senza pretese che manderà comunque in visibilio le teen di mezzo mondo, Heartbeat l’unica bomba dell’album: una oscura traccia deep con la Ciccone in uno spoken word dalle parti della migliore Miss Kittin. Questa volta ci sono anche le pecche: Miles Away è una ballad prescindibile che stanca per la sua mielosità troppo sdolcinata, The Beat Goes On fa il verso e ripete il fiasco di American Life, Dance 2night vuole essere spagnoleggiante, ma la chitarra malinconica non è più quella della Isla Bonita, Spanish Lesson un ostinato che rivela il problema di fondo: “What the fuck is Madonna doing?”.

Sì, perché se la star ha provato di tutto, riuscendo molte volte a circondarsi di produttori che hanno fatto esplodere le sue quotazioni, ciò non vuol dire che ogni genere le sia consono. Non siamo ai livelli di sputtanamento raggiunto da certe colleghe, ma il calderone che va a curiosare di qua e di là non ci sta, soprattutto se raffazzonato alla bell’e meglio. Un disco che conferma il potere di Veronica Ciccone (ci saranno sicuramente tour, polemiche, remix, edizioni speciali, dvd e altri gizmos), ma che non stupisce. E dire che solo due anni fa ci aveva spiazzato. Mistero della fede?

5 Marzo 2008
Leggi tutto
Precedente
Sun – I’ll Be The Same Sun – I’ll Be The Same
Successivo
Dinner Music For Clubbers – Peter Grummich Plays Staubgold Dinner Music For Clubbers – Peter Grummich Plays Staubgold

album

artista

Altre notizie suggerite