• nov
    01
    2013

Album

Offset, Sangue Dischi, Neon Paralleli, Dischi Bervisti, Only Fucking Noise, Villa Inferno

Add to Flipboard Magazine.

Per la serie, album corti se non cortissimi, ecco a voi l’esordio (ehm) lungo del duo Meteor. Già incontrati in occasione del 7” single sided d’esordio Anemici, Sangue Dalle Rape (quattro spasmi vomitati fuori a velocità folle e con una insana passione per le brutture sonore), ora i due A. (al secolo Andrea Cogno, chitarra, rumori, voce) e B. (per l’anagrafe, Giuseppe Mondini, batteria, rumori, voce) dilatano i propri confini e ci offrono uno splendido vinile picture – opera di Sara Donati e ovviamente single sided – in cui infilano sette schegge di schizoide e mutante noise-rock dai risvolti math e dalla furia post-prog/grind, per un totale di quasi nove minuti.

Un frullatone impazzito di ritmi forsennati, variazioni e cambi di tempo che dal veloce vanno al molto veloce, fino al velocissimo e dal folle passano all’insano: orge tra i Locust senza Pearson e gli immancabili Lightning Bolt, sporcizia digitale da quattro soldi e rumore da spie al rosso, l’instabilità caciarona-destabilizzante dei Mr. Bungle (l’eiaculatio precox di X, con ospite alla voce Marco Tagliola) e l’assalto all’arma bianca dei nostri Bologna Violenta/Zeus! virato no-wave spastica versante Skin Graft (XXXXX), riflussi gastro-esofagei di storture post-Crom-Tech modulate su dimensioni horror (XXXXXX) e rutti no-wave-core, in una sarabanda che si dovrebbe dire nonsense ma che invece di senso è piena. Al punto da passare i confini musicali e materializzarsi in forme culinar-autoironiche nei live, in cui i Nostri affettano salumi e grigliano come se non ci fosse un domani. Ennesimo sberleffo, ennesimo pugno in faccia. Di sicuro la ciccia c’è.

26 novembre 2013
Leggi tutto
Precedente
White Denim – Corsicana Lemonade White Denim – Corsicana Lemonade
Successivo
This Co. – More This Co. – More

album

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

artista

Altre notizie suggerite