Recensioni

7.1

Arrivano le prime trasmissioni targate ArteTetra per il 2018: sono infatti uscite il 20 febbraio le nuove cassettine prodotte dalla label di Potenza Picena, le due tracce sperimentali del duo Marimba e l’esordio di Nicolas Gaunin, già collaboratore della psych-band Lay Llamas.

Come suggerisce anche il moniker scelto dall’artista, insieme anagramma del vero nome del padovano Nicola Sanguin e omaggio al pittore Gauguin che, esattamente come il musicista italiano, subì il fascino della Polinesia tanto da trasferirvisi e viverci fino alla morte, Noa Noa coniuga sampledelia, avanguardia elettronica e soprattutto la forte influenza delle musiche tradizionali delle isole del Pacifico. Se il riferimento più recente che salta in mente è indubbiamente la trilogia oceanica del chitarrista inglese (ma oramai romano d’adozione) Mike Cooper, la poetica dietro questo esordio è forse una delle rappresentazioni più complete ed esaustive dell’attitudine messa in mostra dalla piccola etichetta in questi pochi anni di attività: in Noa Noa infatti convivono armoniosamente la passione per una strumentazione elettronica obsoleta e spesso autarchica e la proverbiale curiosità per le musiche tradizionali di terzo e quarto mondo. Il risultato sono trenta minuti appena di una psichedelia leggermente autistica nella sue strutture volutamente ripetitive, ma mai difficile o repulsiva, anzi sempre tenera e accogliente.

Forse lo splendido artwork, realizzato dalla bravissima illustratrice Nadia Pillon, rende più chiaro di qualsiasi altra parola il giusto mood dell’opera, dove s’incontrano la sensualità placida del già citato Paul Gauguin e il tropicalismo 8bit di SuperMario Kart.

Voti
Amazon

Le più lette