• Apr
    20
    2018

Album

Black Candy

Add to Flipboard Magazine.

È un laboratorio di suoni in continua evoluzione la musica dei livornesi Platonick Dive. Se gli inizi della band erano indissolubilmente legati a un post-rock fumoso e spettrale che guardava dagli Explosions in The Sky agli Air, Overflow aveva portato con sé una maggiore preponderanza elettronica che aveva trasformato la musica dei tre in un alt-rock ancora più votato a sincopi e ambientazioni algide.

Per Social Habits è la volta di trasformare definitivamente i brani in canzoni, partendo da dieci racconti di esperienze di vita, costruendo attorno ad essi le strutture dei pezzi e ricamandoci sopra quella trama eterea, contaminata e complessa che il gruppo ha sempre dimostrato di saper maneggiare molto bene. Il risultato è altalenante e, sebbene gli intrecci stilistici dei tre si confermino ancora una volta come una delle tracce più interessanti da seguire, la centralità del cantato finisce talvolta per snellire e asciugare eccessivamente il respiro ambizioso del disco. Non è un caso se è proprio nei momenti in cui la voce passa per un attimo in secondo piano (Habit, Lago) che la musica dei Platonick Dive torna immediatamente su traiettorie più interessanti e imprevedibili.

Il singolo Waxfall è un altro ottimo punto da cui partire per l’ascolto, buon compromesso tra le diverse strade intraprese dal gruppo e da cui sarà interessante ripartire per affinare ulteriormente una produzione che, al netto del know how maturato in questi anni, rischia di sfumare verso una normalizzazione che non annoia ma neanche sorprende. Come dice il titolo di una loro canzone: Less Is More.

13 Aprile 2018
Leggi tutto
Precedente
Josh T. Pearson – The Straight Hits!
Successivo
Prozac + – Acido Acida

album

recensione

artista

Altre notizie suggerite