Recensioni

7.2

All’incrocio tra Father Murphy e i Sonic Youth anni ’80 si va a posizionare For Our Soul-Uplifting Lights To Shine As Fires, esordio del duo Sneers. Italiani trapiantati in quel di Berlino e ora ritornati alla base, Maria Greta Pizza (voce, chitarra) e Leonardo Oreste Stefenelli (batteria) inscenano una sorta di seduta psichiatrica in divenire, prendendo in prestito l’aura esoterico-messianica della congrega del reverendo Murphy e le dissonanze ferine e struggenti dalla gioventù sonica più disturbata e collusa con l’ala intransigente della NY che fu (vedi alla voce Bad Moon Rising). È proprio in quella sospensione della credibilità, quella che faceva venire i brividi ascoltando le urla belluine di Lydia Lunch mentre si inscenava il ricordo della follia in Death Valley ’69, che si accende quando parte l’ascolto del disco con Self-Atoning Apostasy o nelle note straziate affidate a As A Crowd Of Selfish Victims We Were Given Unspoiled Souls.

C’è la stessa tensione, lo stesso senso di disagio e di inquietudine, lo stesso abbandono forzato al flusso di musica e parole. Parole vergate su un registro altamente metaforico, dal forte impianto trascendente e che molto ha a che fare con espiazione e colpa, così come con le dicotomie tra misticismo e materialità o tra luce e tenebra. Una scelta che connota profondamente l’album facendone una sorta di concept, un percorso “religioso” che si snoda tra apostasia (la citata Self-Atoning Apostasy), colpa, peccato (As A Crowd…), rifiuto (As A Creator I Bet You Did Create Disease) e crisi in attesa della rinascita (Growth). E nella stessa identica maniera, il percorso musicale replica quelle tensioni, quel senso di inquietante alterità disegnato a parole, con pochi, pochissimi elementi: una batteria essenziale e un chitarrismo tanto acido quanto minimale in grado di evocare oscure dissonanze no-wave, squarci noise-rock, psicosi post-punk.

Gli Sneers hanno però dalla loro una idea forte e una capacità non comune nel materializzare quelle tensioni e far scattare la complicità dell’ascoltatore, da subito catapultato in un mondo a parte e “costretto” a guardarsi dentro. Alla ricerca di una anima torturata speranzosa di innalzarsi.

Voti
Amazon

Ti potrebbe interessare

Le più lette