• Ott
    01
    2006

Album

Homesleep Music

Add to Flipboard Magazine.

Gli australiani Sodastream arrivano con Reservations al quarto disco dopo l’ottimo A Minor Revival (2003). Rappresentanti di un pop acustico ombroso, che molto deve a band quali Go-Betweens e in generale al folk-pop da camera inglese via Nick Drake, si confermano melanconici cantori di gioie e dolori; la fine di una relazione nell’incipit Warm July (per archi, contrabbasso e chitarra), la soffusa Anti (tra umori Belle & Sebastian e nostalgie Tanworth in Arden), Tickets To The Fight (archi in crescendo), tra bozzetti di storie personali, amori finiti, relazioni e silenziose solitudini.

Tra arrangiamenti minimali, intrecci di armonie vocali alla Simon & Garkunkel (Anniversary), duetti chitarra-contrabbasso puntellati da archi ed echi alal Bob Dylan, il pop da camera dei Sodastream conferma la sua ragion d’essere in un disco volutamente dimesso che non mancherà di affascinare gli amanti del genere e li conferma autori di un suono personale e riconoscibile, ormai ampiamente consolidato.

16 Ottobre 2006
Leggi tutto
Precedente
John Fahey – The Voice Of The Turtle John Fahey – The Voice Of The Turtle
Successivo
Brian De Palma – Black Dahlia Brian De Palma – Black Dahlia

album

artista

Altre notizie suggerite