Recensioni

6.3

Li avevamo lasciati due anni fa a un punto critico della loro carriera, i canadesi Stars, quando erano incorsi in passo falso con The Five Ghosts, album discendente e di maniera dopo i fasti del brillante pop orchestrale dei precedenti lavori. D’altra parte il cosiddetto indie pop proveniente dal Canada più che un aggregante musicale è stato ed è un emergere di personalità spiccate e precise, come gli Arcade Fire e i Broken Social Scene.

E proprio da quest’ultimi, come gruppo gemello, provengono gli Stars di Torquil Campbell e Amy Millan, che hanno fatto della tensione melodica ed emotiva e di uno spleen di marca Smiths-iana, unito all’amore per il soul, l’orchestrazione e poi un lato danzereccio, il loro punto di forza.

The North ripropone il consueto mix a preponderanza elettronica, come negli ultimi due album. Appare giusto un po’ più compatto e messo a fuoco del precedente, con una sufficiente padronanza della materia pop, pur latitando ormai la tensione e il perduto lato sinfonico. Il momento d’oro è comunque irrimediabilmente passato, a favore di un pop adulto che fa abbastanza onestamente il suo mestiere. Prendere o lasciare, e a questo giro che punta a Nord, restiamo abbastanza a terra.

Voti
Amazon

Ti potrebbe interessare

Le più lette