• Dic
    01
    2011

Album

Odd Future Records

Add to Flipboard Magazine.

The Internet è il nome – che suona oggi un po' come il Nearly God di Tricky nel 1996 – del side project di Syd Tha Kid e Matt Martians degli Odd Future, quelli di Tyler e di Swaaag. Questo Purple Naked Ladies sulla carta – ma anche a un primo ascolto – non sbaglia un colpo, è un disco di impeccabile r'n'b ultracontemporaneo. Eppure non ci ha convinto. Lo riascolti una seconda volta e scivola via ancora meglio della prima, e pensi che – sì – è proprio fico. Alla fine capisci che non ti lascia quasi nulla, è un buon sottofondo, con qualche momento particolarmente efficace.

Si apre con una fusion-lounge che segnala subito le coordinate di riferimento, a cavallo tra la sensibilità insinuante e umida di Badu/Sa-Ra e certe cose suonate e voluttuose delle cerchia Brainfeeder (Violet Nude Woman). C'è il velluto di un r'n'b perfetto per i preliminari (Love Song -1), c'è la bossa black (She DGAF), c'è un Pharrell Williams minore (Gurl), c'è la take funky che dimostra la metabolizzazione dei classici (le tastiere rubate a Stevie Wonder di Lincoln), ci sono le parolacce (Cunt), le parole cattive (Cocaine), le featurer feline e sabbiate.

Insomma, come ha dimostrato – ma con tutt'altra personalità – anche un The Weeknd, c'è tutto quello che serve per un sottofondo black clubby, "sporco", ruffianissimo. Un disco costruito per essere fascinoso, ma di un fascino fatto di cliché, per quanto aggiornati, e alla fine molto convenzionale, molto allineato.

5 Marzo 2012
Leggi tutto
Precedente
Tim Hecker at Chiesa di Santa Caterina, 11 febbraio 2012 Tim Hecker at Chiesa di Santa Caterina, 11 febbraio 2012
Successivo
Appaloosa – The Worst Of Saturday Night Appaloosa – The Worst Of Saturday Night

album

artista

Altre notizie suggerite