• Mag
    05
    2017

Album

Tuk Music

Add to Flipboard Magazine.

Onestamente non ho mai apprezzato troppo i dischi che rivisitano brani più o meno noti del canzoniere pop-rock internazionale in chiave jazz. Molti di questi lavori mi sembrano spesso laccature un po’ di maniera, frutto dell’applicazione di un linguaggio per sua natura più ricco e complesso su materiale che vive solitamente di altri elementi specifici, ad esempio l’impeto, la semplificazione, la ripetitività delle strutture, la facile memorizzazione. Di certezze non si vive, e così a farmi ricredere pensano Vincenzo Saetta (sax alto ed elettronica), Michele Penta (chitarra ed elettronica) ed Ernesto Bolognini (batteria), ovvero i TriApology, con un Rockinnerage – pubblicato dalla Tǔk Music di Paolo Fresu – che non arricchisce semplicemente melodie stranote, ma le ripensa dalle fondamenta, dando vita a una lettura del materiale personale e sorprendente.

A testimonianza potremmo citarvi una The Man Who Sold The World di Bowie riprogettata ritmicamente e decisamente più swingante rispetto all’originale (difficile ristrutturare il crescendo del refrain che tutti conosciamo, ma i Nostri ci riescono con una naturalezza disarmante), in un’alternanza tra parentesi quasi pinkfloydiane / orientaleggianti / psichedeliche e malinconie di fiati. O magari una Message in A Bottle firmata Police che già in origine partiva da geometrie elastiche e malleabili nel beat e nella melodia, e qui si presta ad essere vivisezionata in mille rivoli improvvisativi tutti da seguire. O infine una osmotica Black Manic Dog Depression che fa coincidere nello stesso solco la Manic Depression di Hendrix e la Black Dog dei Led Zeppelin, in un rincorrersi nervoso ed energico di riff e svolazzi funk al sax alto da manuale.

Questi sono solo tre esempi selezionati tra quelli contenuti in un disco divertente e vitale che ha il non trascurabile pregio di suonare creativo pur affrontando il tema spinoso delle cover (a parte i brani citati, rientrano in scaletta titoli come Mad World, Whole Lotta Love, Under The Bridge, Smells Like Teen Spirit, God Put A Smile Upon Your Face). Un dondolare più che convincente tra rispetto delle regole e fantasia senza briglie firmato da una band in ottima forma.

14 Agosto 2017
Leggi tutto
Precedente
Lil Yachty – Teenage Emotions / Odissee – The Iceberg Lil Yachty – Teenage Emotions / Odissee – The Iceberg
Successivo
Daniele Baldelli, Dj Rocca – Quagga Daniele Baldelli, Dj Rocca – Quagga

album

artista

Altre notizie suggerite