• nov
    18
    2014

Album

Harvest

Add to Flipboard Magazine.

Dopo tre anni di assenza dalle scene (un’eternità nel mondo discografico odierno), i Tv On The Radio si riaffacciano con un nuovo album e con la consapevolezza che tutto non sarà mai più come prima.

 Seeds arriva a tre anni di distanza dalla prematura scomparsa di Gerard Smith e suona tanto come una sorta di esorcismo contro i cattivi pensieri: cercare di tenere vivo il ricordo dell’amico scomparso e andare avanti. Placata la voglia di sperimentare espressa soprattutto in Dear, Science e in modo più diluito in Nine Types Of Light, la band di Brooklyn fa un passo indietro, compiendo un viaggio a ritroso che la riporta ai tempi di Return to Cookie Mountain, A.D. 2006. Cardine del nuovo lavoro, sicuramente, l’immediatezza: i brani sono incalzanti (Lazerray è una versione 2.0 di Wolf Like Me), hanno melodie catchy (Could You e il singolaccio Happy Idiot entrano in testa a tempo di record) e danzerecce (Right Now), ma sempre in pieno stile Tv On The Radio.

Cosa manca a Seeds per essere considerato un instant classic? Nulla. Conferma tutte le belle cose fatte fino ad oggi, a partire dall’ottima produzione di Dave Sitek (nella duplice veste di musicista-produttore), passando dal songwriting sempre più maturo per arrivare alla pasta delle tracce, assolutamente di sostanza. C’era molta aspettativa attorno alla band e al nuovo lavoro discografico (sicuramente la tragica fatalità che ha coinvolto i musicisti non ha fatto altro che alimentarla) ma Seeds non esce assolutamente ridimensionato dal paragone con i suoi predecessori; semplicemente offre onestà, perizia tecnica e una grande bravura compositiva, tutte caratteristiche non proprio frequentissime di questi tempi. Il disco non aggiungerà sicuramente altro alla discografica dei TV On The Radio, ma consolida il progetto dietro a una band tra le più importanti degli ultimi quindici anni.

18 novembre 2014
Leggi tutto
Precedente
Teho Teardo – Ballyturk Teho Teardo – Ballyturk
Successivo
dEUS – Selected Songs 1994 – 2014 dEUS – Selected Songs 1994 – 2014

album

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

artista

Altre notizie suggerite