Flow

Flow #48 – Cose Terribili

La selezione di Flow di quest’ultima settimana agostana si apre con il suggestivo video di 1-800-273-8255, brano di Logic in collaborazione con Alessia Cara e Khalid, estratto dal recente album EVERYBODY. La regia di Andy Hines racconta la storia di un giovane atleta adolescente, che deve confrontarsi con una realtà ardua, crudele a tal punto da spingerlo a considerare il suicidio. Nel clip vediamo ripercorrere la vita del ragazzo dall’infanzia fino ad arrivare ai giorni del college dove dovrà confrontarsi con l’omofobia, i sempre meno stabili rapporti con il padre (interpretato da Don Cheadle) e il bullismo scolastico; tutte situazioni avverse che vanno a minare la relazione con il suo compagno (interpretato da Nolan Gould di Modern Family). L’insieme di emozioni sono veicolate verso un senso di esclusione e isolamento e culmineranno in un pensiero suicida, nel momento in cui il protagonista trova una pistola in casa. Fortunatamente la scelta ricade sulla richiesta di aiuto alla “Suicide Prevention Hotline”; lasciando intuire un futuro di speranza per il ragazzo. L’approccio del video è puramente cinematografico, tant’è che prende spunto dal pluripremiato Moonlight, un risultato talmente ben riuscito che non solo descrive in modo empatico le difficoltà del ragazzo, ma ha sensibilizzato a tal punto i singoli individui tanto che il numero di prevenzione ha visto un incremento significativo di telefonate.

Lo scenario del college viene proposto anche nel video di Awful Things, il primo clip rilasciato da Lil Peep a seguito della pubblicazione del suo primo album Come Over When You’re Sober, Pt. 1. Nel clip diretto da Sus Boy e Nick Koenig vediamo Peep, palesemente fuori contesto dall’ambiente scolastico, alle prese con il suo primo giorno in una nuova scuola. Poi un flirt fulmineo che si consuma in fretta, esaurendosi altrettanto velocemente, scaturendo la delusione iraconda del rapper che si dà fuoco. Le fiamme divampano, gli studenti fuggono e Lil Tracy, vestito da coniglio, dabba con malcelata tristezza, mentre il fuoco ingloba l’intero edificio. Nell’epilogo vediamo Peep che riesce a coronare il suo sogno, in un finale che visivamente crea un curioso binomio a metà tra una produzione Disney e Law&Order. Nessun video, ma soltanto una traccia audio per Buste, rigorosamente scritto utilizzando il logotipo Nike. Il nuovo brano di Pretty Solero, il fondatore della crew romana Love Gang, mantiene il piacevole stile delle produzioni marchiate 126 tra sonorità trap, approccio di forte identità geografica ed echi di strumenti a fiato.
Tra fumogeni e luci al neon si apre il video di A Slow Unfolding of Wings degli And So I Watch You From Afar. Il brano anticipa il nuovo e quinto album The Endless Shimmering, che sarà pubblicato il 20 ottobre via Sargent House. La stessa band ha diretto il video: una continua ripresa circolare che alterna immagini sfocate a momenti di slowmotion e accelerazioni improvvise; un insieme di fattori che creano omogeneità tra le riprese  e la sonorità post-rock del quartetto di Belfast.

A distanza di 7 anni dalla pubblicazione di Daisy, i Brand New, hanno pubblicato Science Fiction, il loro nuovo album tanto atteso quanto acclamato. La band di Long Island  un album molto intenso e maturo e fortemente emotivo. Per Flow abbiamo scelto la seconda traccia Can’t Get It Out un brano introspettivo, dove le parole di Jassie Lacey scavano nel profondo malessere. Direttamente da Los Angeles, CA, i Racquet Club (ex membri di Knapsack, The Jealous Sound and Samiam) con Head Full Of Bees: non c’è da preoccuparsi, non è un richiamo al brano dei Coldplay, ma il primo singolo estratto dall’omonimo debutto della band per Rise Records, atteso per il 29 settembre. Diretto da Steve Hanft, il video è un frullato di colori e situazioni, da apicoltori ad immagini della band, da gare in auto ad una ragazza in un bar, proprio come il titolo associa, a mo’ di metafora, il brulichio delle api che lavorano in un’arnia ai mille pensieri che girano per la testa.

In un’atmosfera desertica, l’alter ego burattinato di Mike Krol conduce un’esistenza quantomeno monotona, calma e razionale: si ascolta i dischi, legge il giornale, registra qualche pezzo, fa il bucato, lava i piatti e taglia l’erba del giardino. Tutto normale fino a quando il vero Mike Krol non decide di farlo saltare in aria, forse per la vergogna di avere un doppione così mediocre. Fifteen Minutes si trova su Mike Krol Is Never Dead: The First Two Records, uscito il 14 Luglio per Merge Records.

Dopo Feels Like Summer, è Mexican Fender il nuovo singolo dei Weezer, ambientato su di una spiaggia californiana. Protagonisti del video sono un’atletica bagnante e Gilli, un gabbiano: l’arrivo della ragazza scuote l’animo gentile di Gilli che, subitaneamente innamorato, tenta di attirare l’attenzione con piccoli doni, anche infastidendo altre persone. Putroppo per Gilli, l’amore riserva anche qualche dolore, per lui forse troppo… Intanto, Pacific Daydream uscirà il prossimo 27 ottobre. Disturbante e grottesco sono entrambi aggettivi che calzano a pennello per Good Conversation delle Snakehole, duo di Miami e Philadelphia che propone un noise rock tendente allo sludge. Composto principalmente da footage di incidenti stradali e cadute con tema principale l’uso dello smartphone, il brano diventa una critica neanche troppo velata ai social media e a come ci si faccia controllare da loro.

Ancora un pezzo dell’intero nuovo puzzle dei Metz, che si potrà conoscere interamente a partire dal 22 settembre prossimo, data di uscita di Strange Peace. Si tratta della terza traccia disponibile, quella che aprirà l’album, intitolata Mess of Wires. Il graffiante noise rock della band di Toronto sarà edito nuovamente dalla Sub Pop Records di Seattle. Si cambiano sonorità col pajama party organizzato da Banoffee per il video di Ripe. Lei si chiama Martha Brown e porta da Melbourne il suo electropop, musica che anima la serata con le amiche descritta nel colorato clip, diretto dalla stessa cantante insieme a Coco e Maximilian: scorrendo i canali della tv c’è sempre Banoffee stessa sotto diverse vesti con la sua canzone.

Ecco poi una band al debutto discografico, i 5K HD da Vienna con la loro interessante proposta cinematic pop downtempo. Il titolo dell’album che uscirà il primo settembre per Seayou Records è And to in A, mentre il brano estratto e pubblicato questa settimana è Gimme. Nel video diretto da Serafin Spitzer si svolge una danza leggiadra a mezz’aria che si svolge all’interno di un tunnel del vento verticale, per poi passare nel cielo aperto. In chiusura gli australiani Bus Vipers, band del roster Future Classic che si è già fatta apprezzare recentemente col video di CSIRO Weeds. Adesso è il turno del secondo estratto dall’EP Federal Highway (in uscita il 15 settembre prossimo) intitolato Fluid e accompagnato da un clip diretto da Prue Stent e Honey Long in cui è protagonista un fluido rosso: immergendosi in esso si può entrare in contatto profondo con la natura selvaggia e splendida che compare nel video.