Serie tv, film e documentari. Le novità di settembre di Netflix

Netflix è ormai un punto di riferimento per l’intrattenimento, con un’offerta di serie tv, film e documentari che diventa sempre più ampia. Per aiutarvi a rimanere aggiornati sulle nuove uscite e indirizzarvi nella difficile scelta del prodotto con cui passare la serata, vi segnaleremo ogni mese le novità disponibili sulla piattaforma di streaming. Di seguito le uscite di settembre 2018.

SERIE TV

Sisters (Stagione 1, dal 1° settembre)

Il padre moribondo rivela a Julie, interpretata da Lucy Durack, la verità sulla sua famiglia: la ragazza ha oltre cento fratelli e due sorelle, la star TV in difficoltà Roxy e la rigida avvocatessa Edie. Sono questi gli ingredienti della nuova commedia targata Netflix, che promette di farci ridere e commuovere.

La cattedrale del mare (Stagione 1, dal 1° settembre)

La serie spagnola, dai tratti gotici e ambientata nel XIV secolo, vede protagonista un servo della gleba determinato a ottenere ricchezza e libertà. Dovrà scontrarsi, però, con lo sdegno dei nobili e il sospetto dell’inquisizione. Tra i protagonisti, Daniel Grao e Ginés Garcia Millàn.

Iron First (Stagione 2, dal 7 settembre)

Ritorna, per la seconda stagione, la serie tv di casa Marvel. Danny Rand, creduto morto, ritorna nella sua città dopo 15 anni di assenza con il mano il Pugno di acciaio con cui è pronto a rivendicare il passato e a seguire il proprio destino. Dovrà anche ritrovare le tracce di Kun Lan e affrontare una nuova minaccia incarnata da Typhoid Mary. Previsto anche un cammeo di Luke Cage.

Atypical (Stagione 2, dal 7 settembre)

Dopo una prima stagione di successo, torna Atypical per raccontare, sempre con fascino e delicatezza, le peripezie del giovane Sam, afflitto dalla Sindrome di Asperger. Lo avevamo lasciato con gli occhi pieni di amore durante il ballo scolastico; adesso il ragazzo, interpretato da Keir Gilchrist, è chiamato ad affrontare la dura scelta del college mentre la relazione tra i genitori verrà messa a dura prova…

Bojack Horseman (Quinta stagione, dal 14 settembre)

È sicuramente il ritorno più atteso del mese, la quinta stagione della serie animata più coinvolgente e toccante di casa Netflix. Il personaggio metà uomo, metà cavallo Bojack, ex star della tv americana, deve ora finalmente far fronte alle responsabilità, dopo aver scoperto che Hollyhock non è sua figlia bensì la sorellastra. Tra le novità ci sarà anche il matrimonio in frantumi di Diane e Mr. Peanutbutter, mentre continua la ricerca disperata di Princess Carolyn di un compagno con cui metter su famiglia.

American Vandal (Stagione 2, dal 14 settembre)

Ha avuto ottimi riscontri di pubblico la prima stagione di questa serie che fa ironia sulle produzioni di genere true-crime. Nella prima tornata di episodi, il protagonista, Dylan Maxwell, il tipico buffone della classe, veniva accusato ingiustamente di avere commesso un atto vandalico nel parcheggio della scuola, ai danni di 27 insegnanti, imbrattando le loro automobili con dei disegni fallici per un ammontare di 100.000 dollari di danno. L’evento spingeva Peter Maldonado, conduttore del telegiornale scolastico, a raccontare con un’inchiesta le vicende dello studente. Nella seconda stagione, si prosegue sul filo dell’ironia con la misteriosa figura di Ted Burglar che, in una scuola cattolica d’alto rango, compie scherzi di natura fecale.

Maniac (miniserie, dal 21 settembre)

Anche Maniac è uno dei titoli su cui Netflix punta maggiormente per la stagione autunnale. I nomi coinvolti sono di primissima qualità: alla regia è stato assoldato Cary Fukunaga, noto per aver diretto la prima serie di True Detective, mentre il cast è composto, tra gli altri, da Emma Stone e Jonah Hill. Promette bene anche la trama, basata sull’omonima serie norvegese scritta da Patrick Sommerville: due sconosciuti vengono coinvolti in una sperimentazione farmaceutica che, come si evince dalla voce fuori campo del trailer, interviene sulla personalità degli individui.

FILM

Sierra Burgess è una sfigata ( 7 settembre)

La curiosità è tanta attorno al film diretto da Ian Samuels anche perché la protagonista è l’attrice Shannon Pursers, conosciuta nei panni di Barb all’interno di Stranger Things. La pellicola nasce come rivisitazione moderna della commedia teatrale Cyrano de Bergerac, pubblicata nel 1897 dal poeta drammatico francese Edmond Rostand e ispirata alla figura storica di Savinien Cyrano de Bergerac, uno dei più estrosi scrittori del Seicento francese, precursore della letteratura fantascientifica. Protagonista è una ragazza che, per errore, manda un messaggio al belloccio della scuola…

The Most Assasinated Woman In The World (7 settembre)

Diretto da Franck Ribière, il film racconta la storia di Paula Maca, la più famosa delle attrici del Grand Guignol, che recita la parte della protagonista in una rappresentazione in cui viene assassinata sul palco più volte durante la giornata. Un giovane giornalista sospetta però che il teatro parigino sia legato a una serie di macabri omicidi. Dopo essersi innamorato di Paula e aver scoperto il suo doloroso passato, si propone di salvarla da un misterioso assassino.

Sulla Mia Pelle (12 settembre)

È molto atteso il docu-film sugli ultimi giorni di vita di Stefano Cucchi, il trentenne morto il 22 ottobre 2009 durante la custodia cautelare. La sua storia, uno dei casi di cronaca che più ha fatto scandalo in Italia, è raccontata da Alessio Cremonini, che ha chiamato nel cast anche Alessandro Borghi e Jasmine Trinca. Il film aprirà la sezione Orizzonti della 75° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia e dal 12 settembre sarà disponibile su Netflix in 190 paesi, oltre al nostro.

Documentari

City of Joy (7 settembre)

City of Joy, oltre al titolo del nuovo documentario firmato da Netflix, è il nome di un centro di aiuto che opera in Congo. Offre supporto e dona speranza alle donne che hanno subito abusi e atti di mutilazione durante la guerra.

Quincy (21 settembre)

Quincy Jones è un mito vivente: ha vinto 28 Grammy Award e collaborato con numerosi artisti, tra cui Frank Sinatra, Ray Charles e notoriamente Michael Jackson. Il sodalizio con quest’ultimo portò nel 1983 alla vittoria del Grammy per il miglior album con Thriller, per la miglior canzone con Beat it e per la miglior performance strumentale R&B con Billie Jean. Netflix onora la sua carriera con un documentario curato dalla figlia del produttore, Rashida Jones, che lo ha co-diretto con l’aiuto di Alan Hicks (già al lavoro sul documentario dedicato al jazzista Clark Terry).

Chef’s Table (28 settembre)

Continuano a spopolare, anche su Netflix, i format dedicati al cibo e alla critica culinaria. Di sicuro Chef’s Table, docu-serie giunta alla sua quinta stagione, vi farà scattare l’acquolina in bocca dal momento che conduce gli spettatori  nelle cucine e nelle vite dei più grandi chef del mondo: altri quattro protagonisti della cucina internazionale saranno al centro dei nuovi episodi.

28 agosto 2018
28 agosto 2018
Leggi tutto
Precedente
Flow #98 – Un’esplosione di colori Flow #98 – Un’esplosione di colori
Successivo
Flow #099 – Nuotando nell’aria Flow #099 – Nuotando nell’aria

Altre notizie suggerite