Leon Finnman & Georgia Small. Still da "Baby Grand" di Anna B Savage. Regia: Jem Talbot & Anna B Savage

Anna B Savage racconta il suo primo amore nel bellissimo videoclip di “Baby Grand”

Dopo Chelsea Hotel #3, Dead Pursuits, A Common Tern e Corncrakes, Baby Grand è il quinto singolo estratto in anteprima da A Common Turn, l’album d’esordio di Anna B Savage disponibile dal 29 gennaio 2021 via City Slang.

Già elogiata da Father John Misty e Jenny Hval, che le hanno offerto la possibilità di aprire alcune date dei loro rispettivi tour, la cantautrice londinese si è inserita nel panorama musicale inglese con brani dalla forte carica emotiva perché vulnerabili, onesti e pieni di riferimenti personali. Anche Baby Grand parla di una relazione finita male a causa di evidenti problemi di comunicazione e Savage ne ricorda i vari momenti di dolcezza («Ci sdraiamo fianco a fianco sotto il Baby Grand / ascoltiamo le Spice [Girls], poi Funeral [l’album degli Arcade Fire], poi il sole sorge») e di dolore («penso che sia solo affetto platonico / ma non ho bevuto abbastanza da esserne certa / non abbiamo parlato quindi non posso esserne certa»).

Diretto dalla stessa Savage con il suo ex-fidanzato Jem Talbot, il videoclip di Baby Grand è la versione “ridotta” di un film dallo stesso titolo (in uscita). Entrambi i progetti raccontano la storia d’amore che i due artisti hanno avuto tempo fa. Nel video ci sono Savage e Talbot “intervistati”, che parlano del passato, mentre in parallelo vediamo due attori (Georgia Small e Leon Finnan) che li interpretano da giovani e durante i momenti cruciali della relazione (sdraiati ad ascoltare musica, nel parco a conversare, in bagno per girare un film…).

Jem [Talbot] è stato il mio primo amore. È da tre anni che siamo lavorando a un film sulla nostra relazione. Questa canzone parla di una notte che abbiamo passato insieme, subito dopo aver iniziato a lavorare al film. Questa notte è stata, come gran parte del processo di realizzazione del film, molto confusa. Tesa con emozioni inespresse, vulnerabilità e problemi di comunicazione. “Baby Grand” (il film) e “A Common Turn” (l’album) sono complementari: intrecciati insieme per il soggetto, l’ispirazione e il tempo. Jem è stato una musa per “A Common Turn”. Esprimerci attraverso i nostri diversi mezzi (il mio: la musica, il suo: il film) è diventato un modo per parlare delle nostre passioni, forse al posto nostro
Anna B Savage