Tre allegri ragazzi morti feat. Jovanotti – In questa grande città (La prima cumbia...

Tutti i video di Tre Allegri Ragazzi Morti
Precedente
Parquet Courts – Berlin Got Blurry Daughter - Parquet Courts – Berlin Got Blurry
Successivo
Twin Peaks – Walk To The One You Love Twin Peaks - Twin Peaks – Walk To The One You Love

Info

Estratto da Inumani, l’album in uscita l’11 marzo 2016 per La Tempesta Dischi prodotto da Paolo Baldini, In questa grande città (La prima cumbia) – con il feat. di Jovanotti – è il videoclip diretto da Stefano Poletti dei Tre Allegri Ragazzi Morti.

«Il video racconta in una visione a specchio la città di Milano, ribattezzata da Tre allegri ragazzi morti “capital ben vestida”», riporta la nota allegata allo streaming YouTube. «Percorsa in un caleidoscopico camera car Milano mostra i suoi monumenti storici e quelli più moderni, le strutture del nuovo centro e le periferie in un viaggio psicadelico fra architettura, arte e quotidianità. ♫ La “nostra Manhattan” raccontata dalla canzone sul ritmo sud americano della cumbia, arricchita da una voce molto familiare, quella di Jovanotti che duetta con Davide Toffolo, offre un racconto psicogeografico unico e poetico». Di seguito il testo della canzone.

♫ In questa grande città (La prima cumbia)

In questa grande città che tutto il mondo conosce
Qualcuno diventa ricco, qualcuno resta uguale
In questa grande città che tutto il mondo conosce
Qualcuno vuol farsi vedere, qualcuno si nasconde

E la chiamano così
Capital ben vestida

In questa grande città che tutto il mondo conosce
Qualcuno cerca l’amore, qualcuno si fa male
In questa grande città che tutto il mondo conosce
Di giorno si lavora, di notte ci si consola

E la chiamano così
Capital ben vestida

In questa grande città che tutto il mondo conosce
Qualcuno diventa ricco, qualcuno si fa male
In questa grande città che tutto il mondo conosce
Qualcuno diventa ricco, qualcuno non capisce

Su Corso Buenos Aires di una ragazza m’innamorai
Su Corso Buenos Aires di una ragazza m’innamorai
Aveva la pelle nera e gli occhi di una sfinge
Su Corso Buenos Aires di una morena m’innamorai

E la chiamano così
Capital ben vestida

La circonvallazione interna
La circonvallazione esterna

di Edoardo Bridda

Altre notizie suggerite