Cummeddia
Ott
11
2019

Cesare Basile

Cummeddia

Urtovox

CantautoriBluesFolk
Precedente
Inna Daze Felix Lee - Inna Daze
Successivo
Junior Corridor - Junior

Info

A quasi tre anni di distanza dal precedente album U Fujutu su nesci chi fa?, Cesare Basile torna con Cummeddia, un nuovo album di storie e canzoni in uscita l’11 ottobre 2019 su Urtovox, anticipato dal singolo (e videoclip) intitolato Arvulu Rossu.

Il disco, che dall’anticipazione potrebbe essere una raccolta di canzoni rock blues in dialetto siciliano, viene presentato dal cantante con questo comunicato: «Cummeddia in siciliano vuole dire cometa o aquilone. Il passaggio di una cometa è segno infausto, presagio di sventure pubbliche, monito divino, annuncio di peste. La peste stravolge le relazioni umane e determina un nuovo ordine basato sul sospetto, l’accusa, il controllo, la definizione di zone e confini invalicabili. L’ordine è lo stato d’assedio, l’emergenza continua in cui la sospensione delle libertà viene presentata come il prezzo necessario per la sopravvivenza della società. Radicalizzazione del tutti contro tutti per difenderci da tutti, infine da noi stessi. Separati dal mondo e dalle nostre creazioni quotidiane. La regola è la peste. Dopo averci accecato lo spirito ci strappa il cuore. Di fronte all’ordine della peste l’unico gesto è la rivolta, quando la cometa aquilone annuncia non il castigo ma un nuovo cominciamento».

I diritti dell’album non vengono regolati per volontà del cantautore da SIAE: Basile ha infatti autogestito tutto il processo di produzione e promozione delle canzoni, sia dal vivo che per la distribuzione. Hanno partecipato agli arrangiamenti Cesare Basile (voce, chitarre, percussioni, djeli ‘ngoni, sintetizzatori), Massimo Ferrarotto (percussioni), Sara Ardizzoni (chitarre), Vera Di Lecce (voce, percussioni,), Luca Recchia (basso), Hugo Race (tastiere), Gino Robair (percussioni, elettronica) e Alfio Antico (tamburi a cornice, voce). Il coro, arrangiato da Vera Di Lecce è composto da: Alice Ferrara, Daniela Ardito, Vera Di Lecce, Vanessa Pappalardo e Bruna Vittordino. Rodrigo D’Erasmo ha suonato il violino su Cummeddia, Cchi voli riri? e Mina lu ventu. Roberto Angelini ha suonato la lapsteel box su Mina lu ventu. L’album è stato registrato da Sebastiano D’Amico allo Zen Arcade di Catania.

Per maggiori informazioni sulla discografia di Basile, vi rimandiamo alla pagina artista dedicata, in cui troverete recensioni e approfondimenti, come pure a una bella intervista a cura di Fabrizio Zampighi su musica e responsabilità.

di Marco Braggion

Altre notizie suggerite