Album

Flora Yin-Wong

Flora Yin-Wong – Holy Palm

30 Ottobre 2020 elettronica experimental
Array

In Tirta Empul, il primo estratto dall’album di Flora Yin-Wong, Holy Palm, il confine tra meditazione ed esoterismo è molto labile. Tra crepitii vinilici, spettrali field recordings, ingombranti silenzi e percussioni distorte al limite del percepibile, il rituale documentato dal brano, più che evolversi, sembra implodere. Tirta Empul prende il nome da un tempio balinese dell’acqua e, come il resto del disco, si dice ispirato al rapporto tra vita e rito.

L’album di debutto arriva dopo anni di sperimentazione con elettronica, field recordings e strumentazioni tradizionali cinesi, tra cui spiccano l’EP per Purple Tape Pedigree City God (2016) e una serie di brani sparsi: Lugere per la raccolta ambient di PAN Mono No Aware (2017), Murmures per la Cipher di C.A.N.V.A.S ed Elysian per SUMMER EXPO 2019 del collettivo di Londra wannamarchi.club.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota
  • 1 Tirta Empul
  • 2 Vale
  • 3 Martyrr
  • 4 Bitterness
  • 5 Aurochs
  • 6 Śūnyatā
  • 7 Terra
  • 8 Wood For The Trees
  • 9 Diyu
  • 10 Of The Ferns
  • 11 Loci I
  • 12 Loci II

I più ascoltati