Album

Luca Forcucci

Luca Forcucci – De Rerum Natura

20 Gennaio 2021 avant fieldrecordings drone ambient
Array

Per il suo nuovo lavoro Luca Forcucci cita il poeta latino Lucrezio nel titolo e Werner Herzog nelle note che accompagnano l’album: De Rerum Natura prende spunto infatti dai suoni della foresta amazzonica brasiliana, un luogo (e un ecosistema) che tanta influenza ha avuto nella produzione del regista tedesco. Alla stessa maniera anche il musicista e sperimentatore italo-svizzero si è lasciato affascinare dal prezioso polmone verde del nostro pianeta, sempre più a rischio: il disco è costruito infatti su una serie di field-recordings raccolti nel novembre 2008 al Mamori Art Lab.

I quattro movimenti dell’opera evocano dunque la sensazione di passeggiare in mezzo alla natura selvaggia e densa della foresta: i rumori ambientali sembrano quasi sommergere l’ascoltatore, ma è proprio qui che interviene la poetica (e la bravura) dell’artista di stanza a Berlino. Come nel precedente B(l)(e)(e)(n)dings, Forcucci lavora sul materiale originario con sensibilità minimalista, andando principalmente a sottrarre e inserendo qua e là delicatissimi droni elettronici.

Il risultato è un ascolto avvolgente: un tuffo nella natura incontaminata e contemporaneamente una riflessione sull’intervento umano. Insomma musica ambient al meglio delle sue possibilità: raramente, infatti, il termine è apparso altrettanto indicato.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota

I più ascoltati