Fire And Sea
Nov
08
2019

Machweo

Fire And Sea

Hyperjazz Records

ElettronicaJazz
array(0) { }
  • Free
  • Hoppy Holla
  • Kalimbada (feat. Populous)
  • Clap
  • Boom
  • Focara
  • Torrida
  • Lu rusciu
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente
Futuro improvviso Gianni Togni - Futuro improvviso
Successivo
Server Sirena Linea 77 - Server Sirena

Info

A seguire il free jazz di Primitive Music del 2018, esce l’8 novembre 2019 su Hyperjazz Fire And Sea, nuovo album di Giorgio Spedicato in arte Machweo. Il disco, suonato dal quartetto jazz che collabora con l’artista e che vede un mix di ritmi e melodie del Sud Italia e della musica araba, è una «naturale prosecuzione del percorso iniziato con il precedente – scrive l’autore nella press – e si fonda su un’idea portante: la contaminazione di culture differenti»

«In Fire And Sea – continua Spedicato – è presente il costante tentativo di far convivere immaginari e suoni separati solo dal punto di vista geografico dal Mar Mediterraneo, visto non come una divisione ma come un ponte tra culture e tradizioni. La costruzione di questa musica meticcia è incastrata in strutture più tradizionalmente elettroniche che attingono a piene mani sia dal beat-making che dalle ripetizioni cicliche club-oriented. Machweo cerca di dare un respiro jazz (nell’accezione più ampia del termine) a costruzioni tradizionalmente elettroniche, tenendo sempre in mente il Mediterraneo come anello di congiunzione tra le produzioni presenti nel disco».

L’album, oltre alla partecipazione di Dario Martorana (chitarra), Giulio Stermieri (tastiere), Manuel Caliumi (sax) e Antonio Rapa alla batteria, vede anche la presenza di Populous nel brano Kalimbada. Prima anticipazione, l’opener Free, disponibile per l’ascolto di seguito.

di Marco Braggion

Widget

Altre notizie suggerite