Badly Drawn Boy (UK)

Biografia

Damon Gough, cantante e compositore classe 1969 da Lancashire, a metà anni Novanta rimane folgorato dal protagonista di uno show televisivo (Sam And His Magic Ball) il cui personaggio si chiamava Badly Drawn Boy. Quest’ultimo è lo pseudonimo col quale incide una serie di EP in proprio che gli fanno guadagnare una nicchia di seguaci, nonché la collaborazione con Unkle e Doves. Si presenterà trionfalmente con l’album d’esordio The Hour Of Bewilderbeast (2000), vincitore del Mercury Music Prize, nel quale qualcuno volle vedere la risposta britannica al lo-fi caleidoscopico di Beck e alla malinconia lancinante di Elliott Smith. Dietro la misticanza stilistica genialoide si nascondeva però soprattutto un grande costruttore di melodie, come diverrà eclatante nel capolavoro About A Boy (2002), colonna sonora dell’omonima pellicola tratta dal romanzo di Nick Hornby.

Dopo due lavori tanto apprezzabili e apprezzati, i successivi tre album (Have You Fed The Fish? del 2002, One Plus One Is One del 2004 e Born In The U.K. del 2006) metteranno in mostra un eccesso di ambizione – con sconfinamenti in ambito prog – e una generale mancanza di brillantezza, cui faranno eco le burrascose esibizioni live caratterizzate da frequenti alterchi col pubblico. Dopo un silenzio di quattro anni il Nostro torna con un’altra colonna sonora, stavolta per un film TV, la buona Is There Nothing We Could Do? (2010), ribadendo la ritrovata vena con It’s What I’m Thinking Pt.1 – Photographing Snowflakes, a cui fa seguito la colonna sonora di Being Flynn nel 2012. Torna nel 2015 con un tour live che celebra i quindici anni dall’uscita di The Hour Of Bewilderbeast mentre l’anno successivo è in Italia per due date a Roma e a Carmignano.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite