Dasha Rush

Dasha Ptitsyna Van Celst, aka Dasha Rush, è una producer e DJ operante in ambito techno e elettronica ambient. Nata in Russia nel 1980, vive a Mosca fino a 16 anni per poi cominciare a viaggiare, lavorando come modella e nel contempo sviluppando i suoi interessi in ambito musicale, esibendosi come DJ e collaborando con artisti e coreografi per installazioni sonore: le città dove ha passato più tempo sono Parigi, Londra, Tokyo e Berlino.

Nel 2004 Dasha crea a Parigi le etichette gemelle Fullpanda e Hunger To Create, attraverso le quali continuerà a pubblicare la gran parte dei suoi lavori, caratterizzati dalla commistione tra funzionali elementi rivolti al dancefloor techno e sperimentazioni ambient. Nel 2006 esce il suo primo album, Forms Ain’t Formats. Nel 2009 per l’album I run iron I run ironic Dasha lascia da parte la cassa in quattro per una proposta elettronica obliquamente surrealista, fatta di piccoli suoni e sparuti interventi vocali. Nel 2010 si segnala il remix di In Vaders, traccia frutto della collaborazione di Donato Dozzy e Dino Sabatini. Nello stesso anno Dasha crea il progetto LADA, in duo con il compagno, il berlinese Lars Hemmerling, che sfocerà nell’EP Lostbahnhof (settembre 2011, Fullpanda).

Fuori dalle sue label, la Rush ha pubblicato per la Sonic Groove di Adam X (Sonic State, 2010, e Relativismi, 2011), Deep Sound Channel (il 12” di ambient techno Timid Ocean Drawings, 2014) e Raster-Noton, che ha ospitato nel suo pregiato catalogo il terzo album della russa: l’intimista e ipnagogico Sleepstep esce nel marzo del 2015.

Nella fitta agenda di esibizioni internazionali di Dasha Rush si alternano DJ set e live act, tra i quali emerge la performance audio-video Antarctic Takt, presentato in première nel 2014 al Berlin Atonal.

Amazon
Discografia
News
Articoli