Facta

Attivo dal 2012, e già al tempo avvistato da Blackdown per l’ottima Kingdom, Facta, ovvero Oscar Henson, è un producer cresciuto nell’East London e ora di stanza a Bristol che, assieme all’amico e collaboratore Hodge, rientra nell’effervescente scena cittadina di mastermind come Pinch (e la sua Tectonic) o Peverelist (e la sua label Livity Sound), ma anche nel più ampio movimento di giovani producer locali (Batu, Asusu, Elmono) e non (Wen, Acre, Beneath, Alex Coulton).

Sono sicuramente più attratto da suoni umorali ecco perché non definirei la mia musica ‘dark’. Non riuscirei a produrre musica totalmente scura. Deve avere un po’ di vita dentro“, racconta a Mixmag nel 2014.

Classe ’93, e proprietario di una piccola label, la Wisdom Teeth, il suo stile è caratterizzato da bpm tra i 120 e 130 e dall’amore per il bass sound uk declinato secondo oscure e arcane varianti di garage e grime. La prima uscita Montpelier, su Badimup, dell’ottobre del 2013, lo mette sulla mappa come una sorta di contraltare più marcatamente house del sound di Wen, ma anche come un devoto dei soundsystem locali, della dubstep all’altezza del FWD e del ’06, e dei ritmi spezzati di derivazione jungle e uk funky. Segue, nel 2014, uno split con lo stesso Wen, Late Night / Poliwhirl dove confeziona la seconda delle citate tracce, un thrilling di dub, echi e flauti di pan che sembra trarre ispirazione dal catalogo Lost Codes di Visionist.

36th Chamber / Zodiak per Soundman Chronicles lo vede alle prese con tagli dubstep, mentre Loveless ritorna a pasturare oscurità post-garage con un approccio più asciutto. A novembre 2014, esce un mix per Mixmag con una selezione delle sue produzioni – tre in collaborazione con Hodge – compreso il lato A del nuovo singolo in uscita il 24 del mese per Tempa, Spheres Of Costa Rica / Visions. La traccia, che si caratterizza per campionamenti di voci africane, noti mood sinuoso/sinistri e tentazioni acid, rappresenta, assieme al retro in zona Mumdance e Logos, la prova più solida sinora prodotta da Henson assieme a due tracce più pacate e meditative che esplorano una vena narrativa e attenta ai dettagli di produzione, ovvero, il remix pubblicato sul nuovo EP di Dusk + Blackdown Back 2 go FWD>> di Drenched (traccia originariamente edita sul primo 12” della label Keysound) e l’inedito Quince pubblicato sulla compilation sempre Keysound Certified Connections.

Amazon
Discografia
News
Articoli