John Fahey (US)

Biografia

Takoma Park, una cittadina del Maryland, USA, è il luogo di nascita di John Fahey, che arriva in questo mondo il 28 febbraio del 1939. Tutta la sua vita artistica è votata alla chitarra acustica, allo studio del fingerpicking e la sua applicazione alla tradizione folk e blues. Ma la sua leggenda, è il caso di usare questa parola nel suo caso, non si ferma alla sua maestria tecnica, al suo lavoro di analisi e studio, alle innovazioni all’interno della tradizione. Tra i padri nobili del folk americano, John Fahey è quello che forse più di tutti dilata gli spazi di questa musica: la psichedelia, la classica, le musiche orientali entrano tutte a fare parte del repertorio a cui attingere per raccontare il proprio personale pensiero sul mondo imbracciando una sei corde. Per lui si è parlato di “primitivismo folk”, un concetto che deriva da una più ampia idea di primitivismo che si fa largo in più campi dell’arte nel Novecento. E in questa avventura, l’uomo diviene una cosa sola con la sua chitarra, mostrando quindi il lato spirituale che la musica di John Fahey ha sempre avuto.

La grande produzione di album e incisioni è quasi completamente prodotta in autonomia e pubblicata con la sua personale etichetta, la Takoma, che nel corso della sua esistenza ha accolto anche diversi altri musicisti con una visione affine a quella del patron. In realtà la sua fama maggiore arriva dalla metà degli anni Ottanta, quando il suo nome comincia a essere citato abbondantemente da chi, come Jim O’Rourke, lo guarda come un maestro. In questo periodo e in particolare dagli anni Novanta, quando ritorna a registrare dopo un periodo di malattia, John Fahey diventa una specie di grande vecchio a cui una nuova generazione di musicisti si ispira per trovare la propria personale via al folk. Uno su tutti è Ben Chasny, aka Six Organs Of Admittance, che soprattutto nei primi album sembra andare alla ricerca, in modo più esplicito di altri, del segreto della musica di Fahey.

John Fahey muore il 22 febbraio del 20o1 per le complicazioni dovute a un intervento di bypass coronarico. Da allora, anche per la profusione di ristampe e rarità che hanno visto la luce sul mercato, Fahey è diventato ancor di più un riferimento imprescindibile del folk americano e praticamente tutti i nuovi fenomeni del genere lo citano come ispirazione.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite