Lucertulas

Attivi dal 2003, i Lucertulas sono un power trio formato da Daniele De Vecchi (batteria), Sandro Crisafi (basso e voce) e Christian Zandonella (chitarra). Nel 2004 esordiscono con lo pseudonimo di Superlucertulas. Il loro primo lavoro, Homo Volans, esce per l’etichetta indipendente 8mm Records di Luca Massolin. Il disco li porta a calcare i palchi italiani a fianco di gruppi quali Oneida, Kid Commando, Hella (per citare i più “internazionali”) ed affrontare i primi tour all’estero. Nella primavera del 2004 la band suona in alcune date in Francia con i conterranei ed amici G.I. Joe, mentre tra settembre e ottobre dell’anno successivo con gli americani Wounded Head. Dopo questo ultimo tour, il bassista Sandro Crisafi lascia il gruppo per dedicarsi a progetti solisti, alla contemporanea e alle performance artistiche, e al suo posto entra Federico Aggio.

Nell’aprile del 2007 i Lucertulas incidono Tragol de Rova, il secondo lavoro in studio, con l’aiuto di Giulio Favero (One Dimensional Man, Il Teatro degli Orrori e Putiferio). Stefano Pifferi nella recensione lo descrive come un “noise-rock a volumi da sfacelo con un basso-carrarmato… …in pieno stile Amphetamine Reptile, urticarie chitarre che vorticano libere e una batteria tanto pesa quanto mobile“. Al termine delle session il batterista Daniele De Vecchi viene sostituito da Massimo Cettolin e, dopo varie esperienze live (che hanno portato il gruppo a dividere il palco con alcuni degli act più quotati a livello italiano ed europeo, tra cui Zu, Oneida, Red Worms Farm ecc) e un tour in Francia con le Amavo, il trio torna, nel settembre 2009, in studio per il terzo lavoro, The Brawl, che vede la luce a maggio del 2010 via Robotradio Records e Macina Dischi.

Pubblicato in un formato del tutto insolito – CD + vinile serigrafato con quattro pezzi cantati in italiano, contenuti in una lussuosa confezione cartonata – il disco, più elaborato dal punto compositivo senza perdere in furia e potenza, è proteso verso atmosfere di stampo rock con qualche breve incursione nel noise ambientale.

Dopo ulteriori cambi di formazione – l’ingresso di Luca Bottigliero (Mesmerico, One Dimensional Man) dietro le pelli è il più significativo, avvenuto nel 2012 – il power trio formato torna con il nuovo album, dopo ben quattro anni di assenza. Ancora per Macina Dischi e Robotradio Records, Anatomyak è un disco dirompente, denso e vitale, caratterizzato da sessioni ritmiche ipnotiche, chitarre contorte e sinistre che accompagnano una voce dai testi morbosamente ambivalenti. La registrazione, curata da Federico Grella (già fonico del gruppo) al Dirty Sound Studio ad Angiari VR, fotografa l’energia del trio tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo 2014. Il mastering è curato da Andrea Suriani all’Alpha Dept Studio di Bologna. L’uscita dell’album è supportata da un tour promozionale in Francia, Germania e Italia, nel quale Federico Dionisi, a tutti gli effetti quarto membro del progetto, ha sostituito nei live Christian Zandonella.

Amazon
Discografia
News
Articoli