Television (US)

Biografia

La storia dei Television, uno dei gruppi più influenti e importanti nella new wave americana, nasce dall’amicizia tra il cantante e chitarrista Tom Miller, in arte Tom Verlaine (in onore del poeta decadente francese) e il bassista Richard Meyers, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Richard Hell. Diversi caratterialmente ma accomunati dalla passione per la musica, la poesia, la letteratura e l’arte underground, Verlaine e Hell formano i Neon Boys insieme al batterista Billy Ficca, proponendo un rock intenso e trasandato che anticipa il punk. Nel 1972, con l’aggiunta di Richard Lloyd alla seconda chitarra, il complesso cambia nome assumendo quello definitivo di Television ed è tra le prime band a esibirsi al CBGB’s, il locale di Hilly Kristal sulla Bowery che nel giro di pochi anni diventerà il centro della scena punk newyorchese.

Nel 1975 Richard Hell lascia i Television per dissapori con Verlaine, sostituito dall’ex Blondie, Fred Smith. Andrà a formare gli Heartbreakers prima e poi la sua band, Richard Hell & The Voidoids, con cui pubblicherà l’epocale Blank Generation, contenente l’inno punk già scritto ai tempi dei Television, mentre il quartetto, rimasto saldamente nelle mani di Verlaine, incide il singolo Little Johnny Jewel, preludio alla firma di un contratto con la Elektra e alla pubblicazione del primo album. Uscito nel 1977, Marquee Moon è considerato all’unanimità come uno dei capolavori del punk e della new wave. La sua estetica è sicuramente più vicina a Horses di Patti Smith (con cui Verlaine ebbe una relazione alla fine degli anni ’70) che a Never Mind The Bollocks dei Sex Pistols o ai dischi dei Ramones, per l’impronta dei testi letterari di Verlaine ma, soprattutto, per l’audacia nel proporre un rock metropolitano visionario che non si limita ai tre accordi, ma si affida volentieri ai virtuosismi degli assoli incrociati del duo Verlaine/Lloyd. Lo stile innovativo dei Television e del chitarrismo di Verlaine, che trae ispirazione tanto dai Velvet Underground quanto dalla tarda psichedelia, dalla musica minimalista e dal jazz modale di John Coltrane, influenzerà moltissime band, dai Sonic Youth agli U2.

Nel 1978, dopo i tour con Blondie e Peter Gabriel, il gruppo pubblica il secondo album Adventure, meno convincente del predecessore – anche perché molto più tradizionale – ma ugualmente influente nell’ambito del rock indipendente del decennio successivo. Tuttavia, in quello stesso anno Tom Verlaine scioglie il gruppo per dedicarsi a una nuova carriera da solista. L’ultimo atto discografico di questa avventura è il live The Blow-Up del 1982.

Dieci anni dopo, a sorpresa, il quartetto torna insieme la prima volta, per incidere il terzo album, omonimo, e, nel 2001, per una serie di concerti, continuando a intermittenza l’attività live. Nel 2007 Richard Lloyd lascia la band per motivi di salute, sostituito da Jimmy Rip. Nella primavera/estate del 2014 la band torna a calcare i palchi. Tra gli show in programma: il Primavera Sound di Barcellona, la data all’Alcatraz di Milano, il 3 giugno e quella a Sesto Al Reghena il 5 agosto.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite