Banksy apre un negozio a Londra (ma si possono fare acquisti solo online)

Banksy s'è messo in proprio.

Immaginate di imbattervi in una vetrina dove sono esposte le leccornie più prelibate ma di non poter entrare nel negozio perchè non sono in vendita. E’ più o meno quanto sta accadendo a Londra, nella zona di Croydon, nel sud di della città, dove il negozio in questione non mette in mostra dolci appena sfornati o succulenti e grondanti salumi, ma opere d’arte realizzate da quello che è il suo titolare: Banksy.

Il famoso e anonimo street artist ha infatti aperto un proprio shop, chiamato Gross Domestic Product, che espone diversi suoi lavori, oltre a gadget e memorabilia, ma all’interno del quale non è possibile entrare e fare acquisti. L’unico modo per comprare uno dei preziosi pezzi è andare su un apposito negozio online. Inoltre, il negozio “fisico” resterà aperto solo per due settimane, tempo durante il quale le luci della stessa bottega resteranno accese per 24 al giorno (e anzi è lo stesso Banksy, nel post su Instagram contenente l’annuncio dell’iniziativa, a consigliare di visitarlo proprio nelle ore notturne).

L’idea del negozio – riporta Rolling Stone – sembra sia stata consigliata a Banksy dai suoi avvocati, in quanto mettere in vendita i propri prodotti potrebbe aiutarlo a vincere il contenzioso legale inerente una questione di diritti commerciali riguardo al suo nome, che vede l’artista opposto in tribunale a una società che realizza biglietti d’auguri. Ricordiamo che di recente, sempre a Londra, il consiglio comunale di Westminster ha deciso di tutelare una delle ultime opere dell’artista, realizzata a Marble Arch.

L’identità del painter, come si sa, non è mai stata svelata, ma è quasi certo che sia nato a Bristol, in Inghilterra, dove all’alba degli anni Novanta apparvero i suoi primi graffiti. Dopo un’attenta valutazione di una serie di indizi, e dopo un’intervista alla radio rilasciata dal producer d’n’b Goldie, è stato ipotizzato che possa trattarsi di Robert del Naja, leader della band trip-hop inglese Massive Attack.

Tracklist