Billie Joe Armstrong
Billie Joe Armstrong, foto di Jonathan Weiner, 2019

Billie Joe Armstrong (Green Day) su “No Fun Modays”, la situazione politica americana e sul nuovo materiale della band

Il frontman dei Green Day ha raccontato un po' di novità in una recente intervista concessa ad NME

In una recente intervista rilasciata per NME, Billie Joe Armstrong dei Green Day ha parlato di progetti futuri, del tempo trascorso durante il lockdown e dell’attuale situazione politica statunitense. Tra gli argomenti trattati, i No Fun Mondays, ovvero la serie di cover condivise settimanalmente dal cantante durante la quarantena di marzo (molte delle quali raccolte in un vinile in uscita il prossimo 27 settembre), tra cui brani di Tommy James and the Shondells, John Lennon, Bangles, Billy Bragg, Kim Wilde, The Equals, Johnny Thunders, Adam Schlesinger, Stiv Bators, Avengers e persino una versione in italiano di Amico di Don Backy. Non solo un periodo creativo per trascorrere il blocco pandemico, ma anche un’occasione per riscoprire perle del passato e condividerle con i fan più giovani del trio punk rock.

Alcuni brani, come Give Me Some Truth di Lennon e Police On My Back dei Clash, per Armstrong si adattano perfettamente al periodo folle che sta vivendo l’America in questo infausto 2020 («Abbiamo avuto il COVID e le elezioni. É stato tutto terribilmente folle»), esasperato dal comportamento dell’ormai ex-presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, non intenzionato a concedere la vittoria al neo eletto Joe Biden («Penso che sia inevitabile che Trump debba andarsene, ma sta tenendo in ostaggio metà Paese»).

“Give Me Some Truth” e “Police On My Back” erano legate soprattutto all’atmosfera politica tossica che stiamo vivendo. In particolare il brano dei Clash è indicativo di quello che è successo con George Floyd e delle conseguenti proteste del Black Lives Matter. È interessante vedere come queste vecchie canzoni siano ancora tanto rilevanti, probabilmente oggi più che mai
Billie Joe Armstrong

Riguardo ai Green Day, il musicista ha rivelato di «aver scritto molto quest’anno» e che nuovo materiale da parte della band potrebbe vedere la luce abbastanza presto.

Potrebbe trattarsi di un album completo o di un EP o anche solo di una canzone, abbiamo diverse opzioni. È solo questione di capire quale sia il momento giusto per ogni cosa. Questo è il bello di pubblicare musica in questo strano periodo. Non devi aspettare che nessun gatekeeper ti dica quand’è il momento giusto
Billie Joe Armstrong

E a proposito dei nuovi brani in lavorazione, Armstrong ha anche accennato alla loro direzione testuale, nonché alle differenze tematiche con il precedente lavoro Father Of All...

Nell’ultimo album c’erano una buona dose di isolamento e paranoia che si adattavano bene alla situazione sociale. Il modo in cui otteniamo le informazioni è quasi come avere delle voci nella testa. Le cose nuove che sto scrivendo sono invece più autoironiche e divertenti. Non che stia facendo un disco comico. Da un lato, il materiale sembra autobiografico e divertente, dall’altro puoi ancora trovarci del commentario sociale
Billie Joe Armstrong

Sulle nostre pagine potete recuperare la recensione del sopracitato album dei Green Day Father of All…, firmata da Valerio Di Marco.

Tracklist