Coronavirus: salta anche l’edizione 2020 di Glastonbury

Il Coronavirus ha costretto alla resa anche gli organizzatori del Glastonbury. L’edizione 2020, infatti, non si terrà e la conferma è appena arrivata. L’evento avrebbe previsto l’arrivo di 200mila persone a giugno, periodo in cui nel Regno Unito l’epidemia dovrebbe raggiungere il picco. Solamente la scorsa settimana, Kendrick Lamar era stato annunciato come headliner della manifestazione e insieme a lui sul palco si sarebbero dovuti alternare anche Paul McCartney e Taylor Swift. Gli organizzatori, adesso, lavoreranno nei prossimi mesi per garantire gli stessi nomi per l’edizione 2021.

«Chiaramente non è una decisione che speravamo di prendere per il nostro 50° anniversario – hanno dichiarato in un comunicato Michael e Emily Eavis – ma in seguito alle nuove misure governative annunciate questa settimana, e in un periodo di profonda e inedita incertezza, è l’unica opzione percorribile». Coloro che hanno già acquistato il biglietto potranno conservarlo per l’edizione del prossimo anno. Chi lo preferisce, invece, verrà rimborsato.

Sembrerebbe quindi che il Regno Unito stia prendendo le misure necessarie al contenimento del contagio, dopo le scellerate prime dichiarazioni di Boris Johnson, che per prima conseguenza avevano avuto quella di riempire gli stadi degli ultimi concerti di Morrissey e Stereophonics.

18 Marzo 2020 di Davide Cantire
Precedente
Coronavirus: Bandcamp rinuncia agli introiti di un giorno per aiutare gli artisti in crisi Coronavirus: Bandcamp rinuncia agli introiti di un giorno per aiutare gli artisti in crisi
Successivo
Timothée Chalamet manda un messaggio a Crema, città di Chiamami col tuo nome: “Il mio cuore è con te” Timothée Chalamet manda un messaggio a Crema, città di Chiamami col tuo nome: “Il mio cuore è con te”

festival

Glastonbury 2020

Dal 24 Giugno al 28 Giugno 2020

Altre notizie suggerite