David Lynch, Weather Report (2020)

David Lynch torna a omaggiare “Song To The Siren” nella versione dei This Mortal Coil

...Elizabeth Fraser does this thing so beatifully

Puntata particolare quella del 25 novembre per David Lynch e il suo quotidiano Weather Report. Proprio come era capitato in quella di circa un paio di settimane fa, in cui è stata citata This Magic Moment di Lou Reed (e prima ancora  Roads dei Portishead), in quest’ultima puntata il cineasta rende omaggio ad una delle sue greatest song.

Si tratta di Song To The Siren nella versione dei This Mortal Coil, brano che notoriamente presenta i featuring di Elizabeth Fraser e Robin Guthrie. In particolare riguardo alla frontwoman dei Cocteau Twins, Lynch è ancor oggi elettrizzato: «Elizabeth Fraser just does this thing so beautifully. One of the greats», dice, frase che traduciamo, non proprio alla lettera, con un “la canta divinamente” senza far torto a nessuno.

La canzone è stata scritta in origine da Tim Buckley ed è contenuta nel suo album più potente, Starsailor; la versione dei This Mortal Coil, oltre ad essere il singolo di debutto del gruppo, è invece inclusa nel primo parto del supergruppo di Ivo Watts-Russel, It’ll End In Tears del 1984, un distillato della quintessenza della prima stagione 4AD. E per il fondatore della label quel brano, senza grosse sorprese, è di gran lunga il suo preferito di sempre.

Lynch torna ciclicamente su questa versione perché  – come scrive Antonello Comunale nella recensione classic dedicata al disco – leggenda vuole che già nello script di Velluto Blu, vi avesse messo un riferimento. Era la «canzone che tra un milione di canzoni doveva assolutamente avere». C’è anche un aneddoto alternativo di questa storia in cui il regista avrebbe voluto Fraser e Guthrie in persona eseguire il brano all’interno del film. In ogni caso, i diritti d’autore erano troppo alti e il regista americano si costrinse a mandare un testo ad Angelo Badalamenti per farglielo musicare e ottenere qualcosa di simile. «Something cosmic, angelic, very beautiful». Lynch riuscirà comunque a ottenere la bramata Song to the Siren per il film Strade Perdute dieci anni più tardi, ma la canzone non sarà presente nella sua soundtrack.

Sempre all’interno della sopracitata puntata del broadcast sui generis, il regista ha annunciato inoltre Meditate America, un concerto-festival virtuale a scopo benefico che verrà lanciato in streaming gratuito il 3 dicembre e vedrà ospiti Hugh Jackman, Deborra-Lee Furness, Katy Perry, Robin Roberts, George Stephanopoulos, Graham Nash, Elvis Costello, Jim James, Kesha, Angelique Kidjo e il coro giovanile di Brooklyn. Il ricavato andrà ad un nuovo progetto della fondazione Lynch, Heal the Healers, che ha lo scopo di iniziare alla pratica della meditazione trascendentale il personale medico.

Tracklist