Morgan

Morgan si candida a sindaco di Milano: “Salvini non mi dispiace, ha dei tratti positivi”

«Vota Morgan, ribellirai e ribelliremo. Diventare di nuovo belli nelle ribellione, insomma»

A stretto giro dalle dichiarazioni rilasciate ieri da Vittorio Sgarbi durante la puntata di Un Giorno Da Pecora di Rai Radio 1, sulla volontà di candidare Marco Castoldi come primo cittadino di Milano, arriva la conferma dell’investitura da parte del diretto interessato. Proprio così, oggi, 15 ottobre, Morgan, ospite a sua volta del programma satirico di Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, ha dichiarato di aver accettato la candidatura.

Se è vero che ho accettato la proposta di Sgarbi di candidarmi con la lista ‘Rinascimento’ a sindaco di Milano? L’ho accettata, mi piacciono le sfide e amo la mia città. La proposta mi è arrivata a tarda notte da Sgarbi
Morgan

Sul posizionamento nell’arco costituzionale, l’ex-frontman dei Bluvertigo ha detto che, nonostante la formazione libertaria, si sente più vicino alla sinistra, affermando comunque di non essere effettivamente né di destra né di sinistra. Incalzato dalla Cucciari sulle simpatie politiche, ha inoltre espresso un apprezzamento per il segretario della Lega che di certo farà discutere.

Salvini non mi dispiace, ha dei tratti positivi. Vedo più le persone che gli schieramenti, oggi i partiti non è che siano proprio portatori di ideali. Non si può credere in un partito come ai tempi di Berlinguer e Almirante
Morgan

Il neo candidato primo cittadino ha inoltre elencato i fondamentali del suo programma, tra cui il ripristino della vivibilità dei Navigli e il progetto di fare di Milano una città «più bucolica». E non si è fatto mancare l’occasione per lanciare uno slogan: «Vota Morgan, ribellirai e ribelliremo. Diventare di nuovo belli nelle ribellione, insomma».

Eviterei di distruggere gli apparati della cultura riducendoli in ginocchio: i luoghi della cultura, dal teatro al cinema non possono avere le difficoltà che stanno avendo. E non è solo un problema di Covid, in Italia si andava già in quella direzione. Dobbiamo valorizzare tutta l’arte che abbiamo
Morgan

In chiusura non sono mancati i momenti di ilarità e alla domanda se una volta sindaco darebbe un assessorato all’ex compagno di festival Bugo

Farebbe un bugo nell’acqua, non so che tipo di assessore potrebbe fare. Forse quello alle buche o alle infiltrazioni
Morgan

Di seguito lo streaming dell’intervista.

Tracklist