• Nov
    19
    2019

Album

Ilian Tape

Add to Flipboard Magazine.

Da Torino a Monaco di Baviera, c’è un tracciato di ritmi vibranti e atmosfere pensose che lega le due città appartenenti alla biografia di Stenny. Nato e cresciuto nel capoluogo piemontese, il producer vive ormai dal 2014 nella città tedesca, casa dell’etichetta Ilian Tape, fondata dagli Zenker Brothers. Una label che si è distinta nel panorama clubbing ed elettronico per una concezione spezzata e multiforme della techno, testimoniata ultimamente dal successo dell’album Compro di Skee Mask.

Allo stesso modo, Upsurge – l’album di debutto di Stenny – vaga, pensoso e titubante, tra tappeti broken beat, IDM in stile Warp e ambient-techno, uniti a bordoni onirici e narrazioni di circuiti, avvolti in ambienti meditativi. Techno (e generi affini) pensata per la mente, non solo per il corpo. L’album, sin dall’ambient hanutologica d’apertura Water Maze, si muove verso questa concezione. Blind Corners immerge l’ascoltatore in un nastro di ritmiche incastrate e svolazzanti, pad riflessivi, accenni plasticosi e synth emozionali; Swordfish, allo stesso modo, bilancia l’andamento cadenzato della cassa spezzata con la frenesia degli snare e delle note. L’abilità di Stenny sta nel delineare paesaggi sonori ruvidi, distorti, multiformi dove predominano le tinte oscure e le figure alternano slanci agitati a minacciose soste (Fast Fade). La narrativa, in alcuni momenti, tra break immaginifici e riprese esplosive, è quella del clubbing, ma declinata su un versante più attento all’ascolto immersivo e individuale che al furore della massa sotto palco.

Sia chiaro, Stenny non inventa nulla di nuovo – pescando da una tradizione di techno ambientale e decostruita che da Shed arriva sino a Aphex Twin – ma la personalità, le idee e la cura per i dettagli rendono Upsurge un ottimo lavoro.

23 Novembre 2019
Leggi tutto
Precedente
DJ Shadow- Our Pathetic Age
Successivo
William Patrick Corgan – Cotillions

album

artista

Altre notizie suggerite