Andrew Bird – Capital Crimes

Capital Crimes è il nuovo singolo di Andrew Bird, pubblicato a distanza di un anno dall’ultimo album My Finest Work Yet (2019). Stando a quanto dice il cantautore americano, il brano è stato scritto tempo fa ed era pensato come un atto di denuncia contro la pena capitale. Ma a causa dell’attuale emergenza Coronavirus, il testo della canzone ha cominciato a risuonare in maniera differente e ad avere altre sfumature; in particolare, oggi sembra prendere di mira le falle del sistema sanitario americano.

«Ultimamente ci ritroviamo ad affrontare questioni morali e certe scelte sbagliate come quella che per il bene dell’economia dovrebbero sacrificarsi i cittadini più anziani. Il governo esiste per proteggere e prendersi cura dei suoi cittadini, in particolare quelli più vulnerabili, e non per decidere chi debba essere sacrificato. […] Le cose che tengono insieme la nostra società non sono le istituzioni o le leggi ma l’umanità e la compassione di tutti i giorni».

Diretto da Matthew Daniel Siskin, il videoclip di Capital Crime prende vita con un ispirato montaggio di immagini (del passato e del presente) che descrive con estrema semplicità le problematiche della società americana odierna e rende ancora più potenti le parole di Andrew Bird («Where’s the shame? Where’s the sense of shame?»). «Pensavo che fosse un singolo da fare uscire e basta, fino a che Matthew Siskin non ha creato il video e mi ha fatto capire che era più universale di quello che pensassi».