Jozef Gjura in una still dal videoclip "Harakiri"

Samuele Bersani, “Harakiri” e la speranza nella poesia del cinema

Il videoclip di Harakiri segna il ritorno di Samuele Bersani, che anticipa così il suo nuovo album, Cinema Samuele, in uscita a ottobre 2020, a ben sette anni di distanza dal precedente Nuvola Numero Nove.

Scritto, diretto e montato da Giacomo Triglia, il clip – probabilmente come tutto il disco – ruota attorno alla potenza dell’arte cinematografica, capace al contempo di regalare speranza ed emozioni fortissime e distruggere completamente coloro che gli danno vita (il riferimento è al concetto di autodistruzione). Un attore, interpretato da Jozef Gjura, si sveglia in una roulotte dopo un tentativo fallito di suicidio e si dirige con in spalla un enorme orsacchiotto di peluche a una seduta collettiva presieduta dallo psicologo Bersani. Dopo varie sedute, l’attore ritrova la speranza proprio in quel mezzo d’espressione che poco prima l’aveva quasi distrutto. Apparecchia il suo cortile, monta un telo, avvia il proiettore per una visione finalmente collettiva.

In questo breve video, che lancia il primo singolo di Cinema Samuele, il cantautore bolognese invita i suoi ascoltatori/spettatori a entrare nel suo multisala.

Nel mio cinema si proiettano diversi generi di film, drammatici, ironici, terrorifici, addirittura fantascientifici. Io sono già felice di pensarvi all’entrata di una sala, che è banalmente una stanza della mia vita. Perché sia la mia vita che la copertina del mio album sono un condominio e spero di trovarvi presto sulle scale o ad una riunione
Samuele Bersani