Everything Matters But No One Is Listening [Quiet Slang]
mag
18
2018

Beach Slang

Everything Matters But No One Is Listening [Quiet Slang]

Polyvinyl Records

PopIndieMinimalismo
Precedente
Anywhere II Anywhere - Anywhere II
Successivo
Maledetto e Benedetto Lucia Manca - Maledetto e Benedetto

Info

In uscita il 18 maggio 2018 via Polyvinyl Records, Everything Matters But No One Is Listening è il terzo album dei Beach Slang, che per l’occasione e in ragione dei contenuti di questo lavoro tornano a chiamarsi Quiet Slang. Il nuovo album della punk-rock band da Philadelphia segue a due anni di distanza A Loud Bash Of Teenage Feelings. “Quiet Slang”, perché considerata l’infuocata verve del quartetto della Pennsylvania, il cui motto – specie dal vivo – è sempre stato “suonalo forte, suonalo in fretta”, questo nuovo capitolo di James Alex e soci può considerarsi quasi minimale, avendo lasciato da parte i muri di frastuono distorto che erano un po’ la loro ragion d’essere in favore di violoncello e piano, ad accompagnare il cantato. Del progetto esiste infatti una copia in negativo calma e taciturna dedita a quello che il leader chiama “chamber pop per outsiders” e che il Nostro ha rispolverato, ad esempio, anche per l’ultimo EP pubblicato a ottobre We Were Babies & We Were Dirtbags, il quale anticipava le atmosfere di questo nuovo lavoro lungo.

L’idea venne al cantante e chitarrista dopo un suo concerto acustico solo chitarra tenuto qualche anno fa, e ha trovato conferma nel suo tour in solitaria dell’anno scorso. I germi del progetto possono essere rintracciati in due canzoni dal precedente album della band – Future Mixtape for the Art Kids e Warpaint – e che ha come principale riferimento il lavoro di Stephin Merritt nei Magnetic Fields. A tal proposito, James ha dichiarato: «Spero che possa trasmettere tenerezza. Sarà semplice come concetto ma non per questo è meno sincero. Sto cercando di ammorbidire un po’ il mondo: esistono cose peggiori per cui essere ricordati».

Potete leggere sulle nostre pagine una recensione sia del succitato A Loud Bash Of Teenage Feelings che dell’esordio del 2015 The Things We Do To Find People Who Feel Like Us.

di Valerio Di Marco

Altre notizie suggerite