Album

Hudson Mohawke

HUDSON MOHAWKE – B.B.H.E.

4 Agosto 2020 elettronica

Pubblicato a sorpresa il 4 agosto 2020, B.B.H.E è l’album che segna il ritorno del producer britannico di stanza a Los Angeles Ross Birchard, in arte Hudson Mohawke. Il disco, che arriva svariati anni dopo l’ultimo lavoro lungo (Lantern, 2015, sempre su Warp), segue a stretto giro una serie di pubblicazioni sulla breve e media distanza via Bandcamp.

La nuova prova è un po’ una retrospettiva, e contiene tracce composte in un periodo piuttosto lungo che riavvolge il nastro dell’attività creativa di Birchard da metà degli anni zero in avanti. È un disco breve – 14 brani per un totale di 29 minuti – che spazia, agile e colorato, lungo le direttrici di un mosaico sonoro che chi ha familiarità con la metà dei TNGHT conosce molto bene. Basi ultra sincopate, grattugie di voci in elio pre-Pc Music (label di cui lui e Rustie possono dichiararsi di fatto precursori), una versione asciutta e pompatissima della trap (ribattezzata rave trap), r’n’b mutante, scampoli di breakbeat e post-IDM sono alcuni degli ingredienti in gioco di uno spumeggiante intingolo.

A Hudson Mohawke la quarantena è servita per rassettare stanze e cassetti, o meglio cartelle e file, e riascoltare montagne di materiale d’archivio «con la giusta distanza», dice lui. Più che uno svuotamento di cassetti (o la classica raccolta di b-side e rarità), questo B.B.H.E suona come un lavoro fresco e attuale. Soprattutto suona come il miglior HudMo.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota

I più ascoltati