The Slow Rush
Feb
14
2020

Tame Impala

The Slow Rush

Modular

PopPsych
Precedente
Juana Molina – Forfun Juana Molina - Juana Molina – Forfun
Successivo
Companion Rises Six Organs Of Admittance - Companion Rises

Info

In uscita il 14 febbraio 2020, The Slow Rush è il quarto album dei Tame Impala di Kevin Parker. Il successore di Currents è stato anticipato finora dai singoli Borderline e It Might Be Time (pubblicato il 28 ottobre 2019), ma non da Patience, brano che, a marzo 2019, ne aveva segnato il ritorno. Il disco è stato registrato nel personale studio losangelino del frontman ma anche in quello di Fremantle, in Australia, città natale del musicista. La condivisione dei dettagli sull’album (28 ottobre) termina così una lunga campagna promozionale interrotta da un tour estivo all’interno dei principali festival musicali del pianeta, ma puntellata dai sopracitati singoli Patience e Borderline, teaser, partecipazioni televisive e interviste (tra cui quella concessa a Zane Lowe su Beats 1).

«Molti dei brani ruotano attorno al concetto dello scorrere del tempo – ha affermato Parker all’inizio del 2019 in un’intervista concessa al New York Times – momenti in cui sei in grado di vedere la tua vita passarti rapidamente davanti, di osservarla in modo nitido. Sono stato catturato da quest’idea del tempo che passa. C’è qualcosa di veramente entusiasmante in tutto ciò».

La copertina dell’album è stata prodotta in collaborazione con Neil Krug. Su SA trovate tutto lo storico sulla band, compreso un ripasso di carriera curato da Diego Ballani e la recensione (sempre di Ballani) di Currents, la cui pubblicazione risale al 2015. Tra le collaborazioni che hanno tenuto impegnato Parker tra i due album segnaliamo quelle con Mark Ronson, Lady Gaga, ZHU, Theophilus London e Travis Scott (e di fatto la svolta pop dei Tame Impala passa anche di qui).

di Edoardo Bridda

Widget

Altre notizie suggerite