Album

Pink Floyd

The Dark Side of the Moon

1 Marzo 1973 rock psych
Array

C’è chi è convinto si tratti del loro capolavoro, chi invece sostiene che i veri Pink Floyd siano solo quelli con Syd Barrett al comando, chi esalta i lavori più sperimentali come Atom Heart Mother o Ummagumma, chi ancora preferisce le atmosfere distese di Meddle e Obscured by Clouds… tutto vero, anzi sacrosanto, ma The Dark Side of the Moon risplende ancora oggi di una luce (oscura) tutta sua che rimarrà ineguagliata nella carriera della band, apice di quella armonia di gruppo che proprio da questo lavoro iniziò a incrinarsi. Fin dall’iconicità della sua copertina, non esiste essere umano al mondo che non abbia sentito parlare almeno una volta nella sua vita di quest’opera definitiva e autoconclusiva sulle idiosincrasie interne, sul disagio collettivo, sull’incombere della modernità.

Il 1° marzo 1973 i Pink Floyd pubblicavano The Dark Side of the Moon (anche se in realtà non esiste un lato oscuro nella luna… Matter of fact it’s all dark. The only thing that makes it look alight is the sun.)

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota
  • 1 Speak To Me
  • 2 Breathe
  • 3 On The Run
  • 4 Time
  • 5 The Great Gig In The Sky
  • 6 Money
  • 7 Us And Them
  • 8 Any Colour You Like
  • 9 Brain Damage
  • 10 Eclipse

I più ascoltati