Malæducaty
Set
30
2019

Uochi Toki

Malæducaty

Light Item

ElettronicaRapHip hop
array(0) { }
  • Basta poesia!
  • Poesia quantica
  • Onigiri
  • Res ort
  • Vegan* stammi vicin*
  • Stallo alla messican*
  • Innocuo
  • Le sigarette
  • Lingua memese
  • Fascia d'età
  • Cambia domanda
  • Revisionare l'amore
  • Fate il ladro fate l'estetica
  • Digei graff
  • L'archetipo dell'imballabile
  • Grazyae
  • La macchina del tempo libero
Precedente
Ascendente La Metralli - Ascendente
Successivo
Craft Songs Francesca De Fazi - Craft Songs

Info

A breve distanza dal precedente La magia raccontata da una macchina che accompagnava un fumetto di Lapis Niger, il 30 settembre 2019 gli Uochi Toki tornano con Malæducaty: «un disco di 17 tracce coinciso e diretto che esplorerà – attraverso il più classico dei temi rap, il dissing –  le debolezze strutturali proprie e altrui, nel momento in cui le profezie cyberpunk non si sono avverate e lo spazio per pensare si è velocemente, ridicolmente e ulteriormente ristretto. Nasce direttamente nell’amarezza della sconfitta durante gli attriti degli Uochi Toki con il pubblico e con le varie strutture umane che definiscono l’Attuale, invece che da un’idea narrativa sorretta da uno sguardo lucido; è un percorso di oscurità, accettazione e rinascita in 17 fasi che non promettono mai catastrofe o lieto fine. È un disco in cui si cambia continuamente argomento anche se ogni traccia è concatenata con quella successiva, scritto e composto di getto come lo zaino che si prepara in fretta quando si sta scappando dagli inseguitori o quando ci si sta preparando ad inseguire qualcuno».

Il lavoro esce per l’etichetta di “elettronica esplorativa” fondata da Rico e Gèc Megabaita Light Item e segna «il ritorno a un live set di sola voce ed elettronica senza l’ausilio delle proiezioni. L’elettronica di Rico ha un peso specifico più alto ma in tracce di minor durata, permettendo così azzardi noise più elevati e soluzioni di mix inconsuete». Il primo singolo estratto si intitola Onigiri, «un brano che ha una certa attitudine blues e che viene visualizzato come una videoricetta umoristica».

Su SA potete leggere le recensioni dei precedenti album Idioti, Il limite valicabile, Cuore amore errore disintegrazione e una succosa biografia alla pagina artista dedicata.

di Marco Braggion

Altre notizie suggerite