Acre (UK)

Biografia

Attivo dal 2011 con un EP dalle astrazioni 8bit dalle parti di Zomby, Be Mine In Other Space (disponibile su Bandcamp), il misterioso grime/techno producer mancuniano Acre matura un percorso personale prima nell’EP Forgotten, sulla Lost Codes di Visionist, poi sulla Cold di Pinch, nel 2014, con Burning Memories EP. Mentre per il primo disco confeziona una tracklist debitrice anche verso la lezione di Beneath, con tenebrosi ritmi UK funky e techno breaks radioattivi, nel secondo è palpabile il debito nei confronti dei compaesani Akkord in due delle quattro tracce orbitanti in area darkcore. Presenti, in entrambi gli episodi, momenti più contemplativi industrial-ambientali, sempre scurissimi e contrappuntati da crude sonorità analogiche al limite del noise e dello square wave.

In un mix per Hyp, pubblicato a marzo 2014, Acre propone una selezione di 17 tracce tra cui spuntano i nomi di Beneath, Ipman, Gerry Read, Truncate e Sd Laika, oltre a sei produzioni sue, mentre nella compilation CO.LD (Computer output Loop Dance) è presente con due brani, Burning Memories e Trace Loops, entrambi pubblicati nel citato EP per l’omonima etichetta.

A dicembre, sulla Tectonic, label principale di Rob Ellis, esce Icons EP, un lavoro che amplia il campo d’analisi tra grime ed experimental techno. Oltre a buone rivisitazioni dell’eski beat wileyiano o experimental techno dalle parti del producer affine Sd Laika (Blue Moon), troviamo anche ritmi più morbidi su sordide basi hip hop (Reload) e aspri breakbeat hardcore (Ping). Un’ottima conferma del suo talento.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite