Death Cab For Cutie (US)

Biografia

Nati nel 1997, in una Seattle che stava allora vivendo gli ultimi rigurgiti del grunge, come un progetto del solo Ben Gibbard (allora nei Pinwheel), i Death cab For Cutie si sono trasfromati rapidamente in una vera e propria band con Christopher Walla alla chitarra e tastiere, Nicholas Harmer al basso e Nathan Good alla batteria.

Dopo gli inizi indie-rock sulla scia dei Built To Spill di Doug Martsch con Something About Airplanes, durante gli anni zero, parallelamente ad altre band del Nord Ovest americano come Modest Mouse, Decemberists e agli stessi Built To Spill, la formazione si assesta su un indie sempre più melodico e autoriale cementato prima dal successo indipendente (tramite l’etichetta Barsuk Records) e poi nazionale e internazionale immediatamente prima e dopo la firma per una major (la Atlantic con Plans). A segnare il passo, e ad trasformare la band in qualcosa di generazionale, un album come Transatlanticism, pubblicato per Barsuk nel 2003, i cui brani e fortunati singoli – The New Year, The Sound of Settling e Title and Registration – oltre ad ottenere il plauso della critica, trovano spazio privilegiato nelle soundtrack di una manciata di telefilm quali OC, Six Feet Under, CSI Miami e Harper’s Island.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite