Medimex 2018

Dal 7 Giugno al 10 Giugno 2018

Precedente
Prato è Spettacolo 2018 Prato è Spettacolo 2018
Successivo
DISTRETTO 38 2018 DISTRETTO 38 2018

Info

Si sposta a Taranto la nuova edizione di Medimex 2018, evento partito come fiera dell’industria musicale e diventato un vero e proprio festival. La rassegna ospiterà, in esclusiva nazionale, gli show di Kraftwerk (7 giugno) e Placebo (8 giugno), e altri ancora da annunciare. La prevendita dei concerti è attiva nel circuito Booking Show; per il concerto dei Placebo i biglietti saranno disponibili anche su Ticketone e Ticketmaster. Il Medimex 2018, promosso da Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale pugliese, ospiterà inoltre, sempre in esclusiva per l’Italia, la mostra Kurt Cobain e il Grunge: storia di una rivoluzione, a cura di ONO Arte Contemporanea con foto di Charles Peterson e Michael Lavine.

Il 16 maggio viene annunciato il terzo headliner: si tratta del rapper Nitro che il 9 giugno salirà sul palco della Rotonda del Lungomare per la serata speciale Raffo Fest, una grande festa per Taranto ad ingresso gratuito – sino ad esaurimento dei posti disponibili – promossa da Birra Raffo, Main Sponsor del Medimex 2018 e storico brand legato a doppio filo alla storia e all’identità della Città dei Due Mari. La line-up completa viene annunciata il 22 maggio: ai nomi già elencati, si aggiungono Metá Metá, Roni Size, Casino Royale, Roy Paci, Canzoniere Grecanico Salentino, E Green, Fido Guido, Zakalicious, Daddy G, Dj Gruff, Gianluca Petrella e Mangaboo, artisti selezionati attraverso un avviso pubblico rivolto ad operatori italiani e internazionali.

PROGRAMMA EVENTI MUSICALI

I live di giovedì 7 giugno sul main stage della Rotonda del Lungomare Vittorio Emanuele III (ingresso a pagamento) si apriranno alle ore 20.30 con Roni Size, il dj e producer inglese di origini giamaicane che celebrerà il ventennale dell’album d’esordio New Forms, manifesto del drum’n’bass, con uno show altamente tecnologico. Seguiranno, alle 21.55, Metá Metá, la band di São Paulo, considerata una delle migliori formazioni della nuova scena brasiliana, che con il progetto MM3 contamina suoni ancestrali africani, rock e free jazz. Tridimensionale sarà lo spettacolo di chiusura, alle ore 22.30, con i padri della musica elettronica Kraftwerk, al Medimex in esclusiva per l’Italia. La serata proseguirà al Molo Sant’Eligio, dove alla mezzanotte il trombonista pugliese Gianluca Petrella, stella del jazz internazionale, incontrerà il rapper Dj Gruff per un’imperdibile collaborazione tra improvvisazione e hip-hop (ingresso libero sino ad esaurimento dei posti).
Venerdì 8 giugno, sempre sul main stage della Rotonda del Lungomare Vittorio Emanuele III (ingresso a pagamento), il set di concerti verrà aperto alle ore 20.30 dai Casino Royale con il live CRX ispirato all’omonimo album del 1997, disco ricco di urban sound e drum’n’bass che la stessa band considera il più contemporaneo tra quelli sfornati sinora. A seguire, ore 21.15, salirà sul palco l’agitatore musicale Roy Paci, che farà da apripista all’atteso concerto dei Placebo. La band di Brian Molko e Stefan Olsdal, attesa alle ore 22.30 con un live antologico, spazierà dalle hit degli esordi ai più recenti successi. Alla mezzanotte ci si sposterà al Molo Sant’Eligio, per il set con le sonorità house, techno, soul e jazz del
collettivo Mangaboo (ingresso libero sino ad esaurimento dei posti).

Terza giornata di concerti del Medimex, sabato 9 giugno, con il Raffo Fest, serata speciale a ingresso gratuito – sino ad esaurimento dei posti disponibili – promossa da Birra Raffo, main sponsor del Medimex 2018 e storico brand legato a doppio filo alla storia e all’identità della Città dei Due Mari. La festa sulla Rotonda del Lungomare verrà aperta alle ore 20.30 dal Canzoniere Grecanico Salentino, che presenterà l’ultimo disco «Canzoniere», e proseguirà alle ore 21.15 con il progetto glocal «The Streets Have No Name» che vede insieme tre rapper, il colombiano E Green, con il disco appena uscito «Entropia 3», e due esponenti di punta dell’hip-hop-reggae pugliese, i tarantini Fido Guido e Zakalicious. Il set introdurrà il live di Nitro, il rapper da oltre trenta milioni di visualizzazioni, che alle 22.30 infiammerà con le sue hit e i brani del recente No comment il pubblico della Rotonda del Lungomare, dove mezz’ora dopo la mezzanotte, i riflettori si accenderanno sul membro storico dei Massive Attack, Daddy G, e il suo dj set dedicato a «The Sound of Bristol».

PANEL E WORSKSHOP

Ricco anche il programma di panel, workshop, networking e keynote. La due giorni di incontri professionali si apre venerdì 8 giugno con il workshop Playlisting: tutti i come e i perché del nuovo “prodotto” fruibile sulle piattaforme di streaming (ore 10.30-11-30) con Paola Catò (Digital Sales & Partner Development Sony Music Italy), per proseguire con il panel Know your rightsConosci i tuoi diritti e impara come funziona e cambia il collecting in Italia (ore 11.30-12.30) moderato da Davide Poliani (Rockol), al quale prenderanno parte Antonio Micciché (Nuovo Imaie), Fernando Mantovani (Itsright), Matteo Fedeli (Siae), Claudio Buja (Universal Music Publishing), Marco Ornago (SCF). Chiusura di mattinata con il workshop Streaming (ore 12.00-13.00) con Chiara Santoro (YouTube Music Content Partnerships Manager). Nel pomeriggio di venerdì 8 giugno il programma parte con il workshop Collecting, masterclass di SIAE (ore 17.00-18.00) condotto da Matteo Fedeli (direttore sezione musica Siae) e il panel La label del futuro (ore 15.00-16.30), all’interno del quale Giampiero Di Carlo (Ceo Rockol) modererà gli interventi dei discografici Dino Stewart (BMG), Dario Giovannini (Carosello Records), Lino Prencipe (Sony Music), Claudio Ferrante (ArtistFirst) ed Emilio Colasanti (42 Records). A seguire, il workshop Music & Social Media (ore 17.00-18.00) a cura di Gabriele Aprile (Rockol) con Carlo Alberto Biasioli (Social Media Manager). La giornata di sabato 9 giugno prevede, in mattinata, i workshop Musica dal vivo: fare rete tra festival e venue (ore 10.30-11-30) con Federico Rasetti (direttore di Keepon), Sync (prima sessione, ore 10.30-11.45) a cura di Dan Koplowit (Friendly Fire Licensing), L’imprenditore artista (ore 12.00-13.00) con Francesco Del Maro (Music Experience) e Management internazionale (ore 12.00-13.00) a cura di Italy MMF con Scott Cohen (fondatore della Orchard) e il keynote Processo creativo e fare musica (ore 12.30-13.00) con Tommaso Colliva. Due gli appuntamenti pomeridiani con i workshop L’economia della musica tra streaming, copyright e nuovi modelli di ricavo (ore 15.00-16.00) condotto da Enzo Mazza (Ceo Fimi) e Sync (seconda sessione, ore 16.30-17.45) a cura di Dan Koplowit (Friendly Fire Licensing).

Ricca anche la sezione dei Face to Face(s), che nella giornata di venerdì 8 (ore 11.00-13.00) sarà dedicata alla scena indie, al pop e al rock, mentre sabato 8 giugno (ore 11.00-13.00) i riflettori si accenderanno sul jazz e la scena world. Già confermate le presenze, per la sezione indie/pop/rock, di Stephen Budd (Stephen Budd Music Ltd, OneFest Festival e NH7 Weekender festivals), Raimond Poona (Tallin Music Week), Mike Malak (Coda Agency), Chris Smyth (Primary Talent International), Lucia Wade (International Talent Booking), Stefan Julin (Pitch and Smith) e Clotaire Buche (Junzi Arts). Per la sezione world attesi Oliver Belopeta (OFFest in Skopie), Jarmila Vlckova (World Music Festival Bratislava-Shiraz) e Bogdan Benigar (Druga Godba Festival), mentre per il jazz è prevista la presenza del board dell’Europe Jazz Network.

Novità di quest’anno il Musicarium Advanced dedicato ai professionisti, con lezioni avanzate tenute da personalità di assoluto rilievo internazionale: Sound engineering and design con Marc Urselli, Digital communication con Marc Plotkin e produzione discografica con Tommaso Colliva. Infine è disponibile sul sito medimex.it la Call Operatori Medimex 2018 che permette ad operatori, imprese musicali e artisti di promuovere le proprie attività nel corso della 4 giorni. Infatti è prevista la programmazione di slot in cui presentare progetti, iniziative, festival, produzioni musicali a tutti gli ospiti italiani ed internazionali presenti.

INCONTRI D’AUTORE

Tra gli appuntamenti più amati del Medimex, tornano gli «Incontri d’autore», dodici appuntamenti ad ingresso gratuito nel calendario dell’International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds, in programma a Taranto da giovedì 7 a domenica 10 giugno. Curati da Ernesto Assante, gli «Incontri d’autore» sono confessioni pubbliche, ritratti in cui gli artisti si raccontano parlando non solo della loro esperienza professionale, ma anche degli aspetti più diversi della propria storia personale e delle proprie passioni.

A fare gli onori di casa sarà il cantautore di origini tarantine Diodato, una delle più belle realtà della nuova canzone italiana, come ha certificato la performance dell’artista all’ultimo Festival di Sanremo in coppia con Roy Paci. L’appuntamento con Diodato è in programma giovedì 7 giugno, alle ore 17, nella Villa Peripato, dove si terranno anche tutti gli altri «Incontri d’autore», eccezion fatta per il rendez-vous con Michael Lavine e Charles Peterson, in calendario sempre giovedì 7, alle ore 20, nel museo MarTa, dove i due fotografi americani esporranno gli scatti della mostra «Kurt Cobain & Il Grunge» dall’8 giugno al 1° luglio.

La programmazione proseguirà venerdì 8 giugno con cinque esponenti di punta della canzone italiana d’autore. Si parte, alle 11.30 con Max Gazzè, chiamato a raccontare il suo originale percorso artistico per proseguire con Emma Marrone, che incontrerà il pubblico alle 15.30. E salentino doc è Giuliano Sangiorgi, che alle 18.30 parlerà dell’esperienza con i “fratelli” della band i Negramaro, che, dalle cantine agli stadi, sono riusciti a coniugare rock e canzone. Negli anni ha, invece, saputo calibrare il suo modo di proporsi, scrivendo belle canzoni, tra jazz, pop e blues, Raphael Gualazzi, atteso alle ore 20 per parlare del suo ruolo di musicista, ma anche di entertainer, cioè della propria capacità di fare musica e divertire il pubblico. E sembra quasi destino che a chiudere la giornata, alle ore 21.30, sia Ultimo, all’anagrafe Niccolò Moriconi, da considerare soprattutto ultimo, data la sua giovane età, come esponente della nuova schiera di cantautori italiani, quelli che mescolano hip hop e canzone, melodia e rime, pop e rock, raccontando storie nelle quali i propri coetanei si riconoscono.

Quando si parla di scena hip hop in Italia non si può fare a meno di pensare a Ghemon, che aprirà gli «Incontri d’autore» di sabato 9 giugno, alle ore 11.30. Giovanni Luca Picariello, questo il vero nome del rapper e cantautore irpino, racconterà com’è cambiata la scena hip hop italiana negli ultimi anni. Ma anche com’è cambiato il proprio percorso artistico. Mentre di Renzo Rubino, atteso alle ore 15.30, sarà interessante scoprire come le storie si trasformano in canzoni, per poi diventare spettacolo, sempre in bilico tra teatralità e cantautorato.

Una scarica di adrenalina sarà l’incontro delle ore 18 con Paul Cook, batterista dei Sex Pistols, la band che alla fine degli anni Settanta cambiò per sempre la storia del rock facendo esplodere il punk, un fenomeno capace di influenzare le generazioni successive. Dal canto suo, Mirkoeilcane, che si racconterà in Villa Peripato, alle ore 20, per l’ultimo appuntamento della giornata, ha provato a cambiare le regole del gioco del cantautore e della canzone d’autore, mescolando generi e stili, senza dimenticare i grandi padri. Non a caso al Festival di Sanremo gli hanno assegnato il Premio della Critica Mia Martini per la sezione Nuove Proposte.

E tra le nuove proposte della scena hip hop c’è Nitro, chiamato non solo ad esibirsi per il Raffo Fest sabato 9 giugno sulla Rotonda del Lungomare, ma anche a chiudere gli «Incontri d’autore», domenica 10 giugno, alle 12.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite