Billie Eilish e Finneas, live set per Tiny Desk, still (2020)

Billy Eilish. In streaming il set al Tiny Desk con “My Future” e “everything i wanted”

Due intense esecuzioni di “My Future” e “everything i wanted” per Billie Eilish. La popstar si è esibita in un breve set da remoto all'interno del popolare format Tiny Desk

my future è uscita lo scorso mese ed è anche il primo dei due brani presentati alla sua prima partecipazione al Tiny Desk, ovvero i concerti che in epoca pre-Covid-19 venivano organizzati negli studi radiofonici dell’emittente statunitense NPR. Dopo i recenti set di Dirty Projectors e Wire, tocca dunque a Billie Eilish esibirsi con un breve set da remoto all’interno del popolare format. La giovane popstar, che di recente si è esibita alla convention del Partito Democratico, si è presentata accanto all’inseparabile fratello/producer FINNEAS con in bella mostra librerie stipate di cd, album, libri e gadget vari. La stampa americana ha puntualmente ironizzato chiedendosi se abitasse o meno negli studi della radio, e non c’è che dire, complimenti per la quantità di oggetti stipati in quelle colonne. Il breve set si è chiuso con everything i wanted, l’altro singolo sfuso pubblicato a qualche mese dal fortunato debut sbanca Grammy WHEN WE ALL FALL ASLEEP, WHERE DO WE GO?.

Tra le due canzoni, la Eilish ha colto l’occasione per commentare brevemente sulla pandemia («So che vi sentite come mi sento io, non sappiamo ancora quanto tutto questo durerà ma se non c’è quasi nulla in cui credere oggi, penso che il futuro sia qualcosa a cui guardare con grande trepidazione») e quarantena, apostrofando quest’ultima con un appropriato “weird”. Di seguito lo streaming.

Lo scorso maggio è uscito Not My Responsability, cortometraggio che faceva parte dell’accompagnamento visivo del tour di quest’anno cancellato a causa del Coronavirus (era prevista anche una data italiana al I-DAYS Milano 2020). Durante la quarantena, la popstar ha partecipato a varie performance da remoto, tra cui quella per lo show di James Corden e quella per l’evento benefico organizzato da Elton John. Il sopracitato WHEN WE ALL FALL ASLEEP, WHERE DO WE GO? ha trionfato ai Grammy Award aggiudicandosi l’Album Of The Year e due award per il singolo Bad Guy – Song of the Year e Record of the Year. A questi si aggiungono il Best Pop Vocal Album e quello più tecnico Best Engineered Album, senza contare che il fratello Finneas si è portato a casa il Grammy come produttore dell’anno e lei il Best New Artist.

Tracklist
  • 1 Bad Guy
  • 2 My Strange Addiction
  • 3 You Should See Me in a Crown
  • 4 idontwannabeyouanymore
  • 5 Watch/&Burn
  • 6 Copycat
  • 7 When I Was Older
  • 8 Wish You Were Gay
  • 9 Xanny
  • 10 All The Good Girls Go To Hell
  • 11 Ilomilo
  • 12 Bellyache
  • 13 Listen Before I Go
  • 14 I Love You
  • 15 Ocean Eyes
  • 16 When the Party's Over
  • 17 Bury a Friend
Billie Eilish
WHEN WE ALL FALL ASLEEP, WHERE DO WE GO?