«Calcutta e Giorgio Poi, madonna che tristezza», l’autoironia del singolo “La musica italiana”

Questa mezzanotte è stato condiviso per l’ascolto in streaming La musica italiana, il nuovo singolo che vede collaborare Calcutta e Giorgio Poi. Nel testo, pregno di nostalgia per la tradizione musicale nostrana del passato, i due cantautori diventano autoironici citando loro stessi e mettendosi sullo stesso piano di quei cantautori che nel passato non erano stati capiti subito: «Le mani nei capelli quando partiva Vasco, Battiato che paura chissà che lingua parla, Battisti e Lucio Dalla fanno musica di merda, Calcutta e Giorgio Poi, madonna che tristezza». È chiaro che a predominare su tutto è un senso di nostalgia diffuso, come quello che contraddistingue il nostro tempo, in quel luogo in cui tutto ciò che appartiene al passato, per il solo fatto di essere così lontano temporalmente, ci sembra automaticamente migliore.

La musica italiana è l’ennesima collaborazione tra Calcutta e Giorgio Poi: il secondo ha suonato le chitarre nel disco del primo, Evergreen, recensito su queste pagine da Stefano Solventi. Nel 2019 è atteso il secondo album di Poi, successore di Fa niente, e anticipato dal singolo Vinavil (e presumibilmente anche da questo La musica italiana).

23 Gennaio 2019 di Davide Cantire
Leggi tutto
Precedente
R.E.M.. A ottobre la ristampa per il 25° anniversario di “Monster” R.E.M.. A ottobre la ristampa per il 25° anniversario di “Monster”
Successivo
Deerhunter in Italia per una sola data al Santeria di Milano Deerhunter in Italia per una sola data al Santeria di Milano

recensione

recensione

recensione

recensione

artista

artista

recensione

album

Altre notizie suggerite