Johnny Rotten e Marky Ramone litigano di brutto in pubblico

Sex Pistols vs Ramones, quando l'insulto è punk.

Il punk: più che un genere musicale, è un’attitudine. Che incendia gli animi ancora oggi se è vero – com’è vero – che Johnny Rotten, ex cantante dei Sex Pistols e icona punk per eccellenza, e Marky Ramone dei Ramones sono quasi venuti alle mani durante la presentazione a Los Angeles della docuserie Punk, prodotta da Iggy Pop.

Il frontman della storica band inglese – al secolo John Lydon – ha attaccato il collega sul significato del movimento (connesso agli ideali politici) in riferimento a quello che hanno fatto i rispettivi gruppi durante la loro carriera.

https://www.instagram.com/p/BuohCZHFN6L/?utm_source=ig_embed

La lite – spiega Consequence Of Sound – è iniziata quando Rotten ha insultato il collega, seduto due posti più in là alla sua sinistra: «La musica punk per me era positiva. È stato provato. Potevamo cambiare le nostre vite con la musica. Il nostro intento era di attaccare il sistema politico. “This duff” (questo essere inutile, riferito a Marky Ramone) poteva!»

Il batterista dei Ramones, stizzito, ha risposto: «Ehi ehi. Sei un fottuto alcolizzato. Parli molto ma non hai fatto niente. Non sei come gli MC5. Se non fosse per i dannati Ramones, non saresti nessuno, venderesti cibo per strada». Al che Rotten ha affermato che «Johnny Ramone non ha mai fatto niente. A lui piace la fottuta musica heavy metal». Immaginerete quanto una cosa del genere possa far arrabbiare un punk-rocker. La diatriba punk vs heavy metal, del resto, è vecchia come il cucco.

https://www.instagram.com/p/BunohSynUc4/?utm_source=ig_embed

Rotten poi ha continuato: «Questo è un argomento molto difficile. Dire quando il movimento punk sia iniziato, quanto sia durato o se sia finito in un determinato periodo è una fottuta menzogna. Eravamo solo una band e facevamo il meglio che potessimo fare, c’era la componente fondamentale che era l’individuo. A volte incontravamo amici in tour. (Rivolgendosi a Duff McKagan) Lo sai a volte, ma fatemelo dire quale era il motivo…perché il fottuto rock’n’roll è un concetto disgustoso. Noi volevamo sfuggire da questo. Ed essere dei bravi ragazzi fra di noi. E non succedeva mai. Voi avete sentito perfettamente tutto dei Sex Pistols. Potete sentire ogni singola parola chiaramente. E queste parole mi potrebbero portare di diritto in parlamento».

Ramone però ha risposto ancora: «E questa cosa dici che ti ha fatto crescere?». E Rotten ha tirato in ballo anche il compianto Johnny Ramone, ex chitarrista della band newyorchese: «Non dire stronzate! Si ma anche voi avete avuto degli alti e bassi. Tu sei il cattivo, tu sei come Johnny!». Il buon Marky allora ha provato a smorzare i toni ma non è riuscito a tenersi per sè un altro commento sferzante sull’avversario: «Non litigare con me io non sono il nemico. Se non fosse stato per i fottuti Ramones tu saresti a cuocere fish and chips!» Anche Rotten ha provato a calmarsi dicendo di amare i Ramones, ma poi ha aggiunto: «Io ho comunque uno status quo più alto». «Ti credo – ha risposto il drummer – Sid Vicious era arrivato alle stelle, per questo era il migliore». «Sid era una star e non un idiota come te. Goditi le tue droghe», ha chiosato Lydon. Insomma se ne son dette di belle, e più che una presentazione è sembrata una conferenza stampa prima di un incontro di boxe. E fortuna che i due contendenti non sono entrati in contatto tra loro…

La serie Punk sarà trasmessa negli Usa sul canale Epix dall’11 marzo e tratta la scena punk degli anni 70 attraverso interviste e materiale video dell’epoca coinvolgendo musicisti come, appunto, Rotten e Marky Ramone, ma anche il leader degli MC5 Wayne Kramer, Jello Biafra dei Dead Kennedys e Debbie Harry dei Blondie. Non mancano poi interventi di noti fan della scena da, Dave Grohl a Flea, fino a Duff McKagan dei Guns N’ Roses.

Tornando a Johnny Rotten, su SA trovate la recensione classic di Never Mind The Bollocks Here’s The Sex Pistols, scritta in occasione di una relativamente recente ristampa del disco. Mentre per i Ramones, lo scorso settembre è uscita la ristampa di Road To Ruin.

Tracklist
  • 1 Holidays In The Sun
  • 2 Liar
  • 3 No Feelings
  • 4 God Save The Queen
  • 5 Problems
  • 6 Seventeen
  • 7 Anarchy In The UK
  • 8 Bodies
  • 9 Pretty Vacant
  • 10 New York
  • 11 E.M.I.
Sex Pistols
Never Mind The Bollocks Here’s The Sex Pistols