Mick Jagger torna a recitare nel film “The Burnt Orange Heresy”. Ecco il trailer

Mick Jagger torna al cinema, e lo fa in un ruolo importante, nel nuovo film del regista italiano Giuseppe Capotondi. La pellicola s’intitola The Burnt Orange Heresy e – rivela il New Musical Express – vede il leader dei Rolling Stones recitare nei panni di un subdolo mercante d’arte. Si tratta del primo ruolo di un certo spessore per il cantante dai tempi de L’ultimo gigolò (titolo originale: The Man From Elysian Fields, ndSA) uscito nelle sale nel 2001.

Burnt Orange Heresy (che su SA abbiamo recensito con le parole di Davide Cantire) è stato presentato allo scorso Festival di Venezia e uscirà nei cinema statunitensi il prossimo 6 marzo. Nel trailer, che potete vedere dal link sottostante, Jagger cerca di convincere un critico d’arte (interpretato da Claes Bang) a rubare un dipinto a un chiuso e solitario artista (Donald Sutherland). Secondo quanto riporta una sinossi del lungometraggio, «presto l’avidità e l’ambizione di James (il personaggio interpretato da Bang, ndSA) hanno la meglio su di lui e si ritrova intrappolato nella rete da lui stesso creata».

Mick Jagger ce lo ricordiamo bene l’anno scorso destare scalpore con il video in cui tornava a scatenarsi dopo i problemi cardiaci che l’avevano costretto a operarsi.

Riguardo ai Rolling Stones, sempre l’anno scorso è uscita la ristampa di Let It Bleed per i suoi 50 anni; a novembre 2018, invece, è stato pubblicato il live d’archivio Voodoo Lounge Uncut, mentre a giugno è stato dato alle stampe Studio Albums Vinyl Collection: 1971-2016, box set in edizione limitata che raccoglie tutti gli album da studio pubblicati dal 1971 al 2016; il mese successivo è stata la volta di From The Vault – No Security – San Jose 1999, vale a dire la testimonianza video dei due concerti tenuti a San Jose nel ’99 e relativi al tour del live album No Security (Live – From The Bridges To Babylon Tour).

Su SA potete recuperare le recensioni classic di Exile On Main St. e It’s Only Rock’n’Roll, oltre alla nostra scheda dedicata e a tutto lo storico da noi pubblicato sulla band. Lo scorso luglio, in occasione del 50mo anniversario della morte di Brian Jones, la figlia del musicista è tornata sul mistero che la circonda, parlando nuovamente dell’ipotesi di omicidio.

25 Gennaio 2020 di Valerio Di Marco
Leggi tutto
Precedente
Quentin Tarantino: “La mia guerra contro i film Marvel e Star Wars” Quentin Tarantino: “La mia guerra contro i film Marvel e Star Wars”
Successivo
Simon & Garfunkel: ecco l’EP “Live At Carnegie Hall 1969” che anticipa la ristampa di “Bridge over Troubled Water” Simon & Garfunkel: ecco l’EP “Live At Carnegie Hall 1969” che anticipa la ristampa di “Bridge over Troubled Water”

recensione

recensione

recensione

recensione

artista

artista

album

Altre notizie suggerite