Musicisti eco-friendly: i Massive Attack terranno uno show a basse emissioni e i Coldplay non andranno più in tour finchè inquina

C'è un'aria nuova (in tutti i sensi) nel mondo della musica.

Un concerto a bassissima emissione di anidride carbonica. È quello che si apprestano a organizzare i Massive Attack come progetto rientrante nella loro collaborazione con il Tyndall Centre for Climate Change Research dell’Università di Manchester, in Inghilterra. Lo show – riporta New Musical Express – si terrà l’estate prossima a Liverpool, anche se non sono stati ancora resi noti luogo e data dell’esibizione. Si sa solo che farà parte del The Good Business Festival, supportato dall’omonima organizzazione che studia nuovi modi di fare impresa generando mutamenti positivi, e che prevede una «drastica» riduzione degli effetti sull’ambiente per quanto attiene a tutti gli ambiti dell’organizzazione dello show, dalla produzione alla crew ai trasporti, passando per il merchandising e anche per i collegamenti a favore del pubblico da e per la venue.

«Stiamo esplorando tutte le soluzioni sociali e scientifiche che ci permetteranno la transizione verso una società a basse emissioni – ha affermato il leader della band Robert Del Naja – Questo progetto offre un’opportunità di lavorare con nuovi soggetti attivi in vari campi, dall’organizzazione all’energia alla tecnologia ai trasporti, e arriva dopo anni di partecipazioni a eventi musicali su larga scala che troppo spesso, purtroppo, hanno registrato scarso entusiasmo riguardo ai temi ambientali».

Già qualche giorno fa la band di Bristol aveva detto che il suo prossimo tour servirà a un team di scienziati per mapparne l’impronta ecologica. E ricordiamo che nei giorni scorsi anche i Coldplay avevano affrontato la questione climatica annunciando alla BBC che, in sostanza, non sarebbero più andati in tour fino a che il farlo non fosse diventato «sostenibile per l’ambiente».

Tornando ai Massive Attack, c’è da dire che hanno celebrato il ventennale di Mezzanine con un tour che lo scorso inverno ha toccato anche l’Italia (il 6 febbraio a Milano, l’8 a Roma e il 9 a Padova). Su SA potete rivedere un giovane Robert “3D” Del Naja alle prese con la street art e leggere la recensione dell’ultimo lavoro della band, l’EP Ritual Spirit, nonché la scheda introduttiva, entrambe firmate da Andrea Macrì.

Tracklist
  • 1 Angel
  • 2 Risingson
  • 3 Teardrop
  • 4 Inertia Creeps
  • 5 Exchange
  • 6 Dissolved Girl
  • 7 Man Next Door
  • 8 Black Milk
  • 9 Mezzanine
  • 10 Group Four
  • 11 (Exchange)
Massive Attack
Mezzanine