Phil Selway. Il nuovo album dei Radiohead forse entro l’anno

In una nuova intervista concessa al giornale britannico Press Association, riportata da NME, il batterista Phil Selway ha rivelato che i Radiohead torneranno in studio molto presto per completare le session del successore di The King Of Limbs iniziate lo scorso anno e successivamente proseguite quest’anno in primavera.

«Ci aspetta un autunno abbastanza impegnativo», ha dichiarato il musicista ribadendo che la band è intenzionata ad immergersi completamente nelle session conclusive del lavoro («vogliamo finire il disco e questo è l’obiettivo») e che forse per la prima volta la formazione potrebbe avvalersi di collaboratori esterni («per tanto tempo abbiamo suonato esclusivamente tra di noi e questo ci ha portato molto lontano, così credo che, di album in album, la sfida sia diventata quella di spingersi oltre la comfort zone»).

Secondo quanto riporta, COS, il chitarrista della band Jonny Greenwood – recentemente impegnato nelle registrazioni di un album in India e nel documentario Junun – ha affermato, lo scorso giugno, che un vecchio inedito della band – Lift datato 1996 – potrebbe comparire nella tracklist finale del disco e che la formazione ha dovuto spendere molto tempo prima di get back into the swing of things, ovvero prima di «tornare ai normali ritmi di lavoro in studio».

UPDATE 6 Settembre. Il compositore Robert Ziegler, già al lavoro con i Radiohead in The King Of Limbs, il 5 settembre ha postato su Twitter alcune foto, che ritraggono la band all’interno degli studi di registrazione – si vedono Thom Yorke, Jonny Greenwood, Ed O’Brien e il produttore Nigel Godrich – al lavoro con un’orchestra.

 

 

 

 

5 Settembre 2015 di Edoardo Bridda
Leggi tutto
Precedente
I Faith No More suonano “Sunny Side Up” e “Separation Anxiety” da Kimmel I Faith No More suonano “Sunny Side Up” e “Separation Anxiety” da Kimmel
Successivo
Arcade Fire. Un nuovo clip dal documentario “The Reflektor Tapes” Arcade Fire. Un nuovo clip dal documentario “The Reflektor Tapes”

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

Altre notizie suggerite