• Set
    08
    2017

Album

Reprise

Add to Flipboard Magazine.

Il passato è solo il futuro con le luci ben accese. Lo sa bene Neil Young, uno che da una vita vive assorto in un tempo dove esistono poche sfumature e tutto è scisso tra impercettibile suono o tuonante vibrazione. Un artista legato a storia e riferimenti sempre e solo per scelta, da sempre immune alle mode transgenerazionali e fautore di uno stile talmente personale da esser divenuto un modello a cui ispirarsi qualora si fosse alla ricerca di un suono ben preciso, in grado d’essere allo stesso tempo teso e carezzevole. Il passato – dicevamo – torna sempre, sotto forma di ricordi, suggestioni e, perché no, anche di vecchie e “perdute” incisioni. È il caso di questo Hitchhiker, album riportato alla luce prima come un prezioso ricordo immortalato dal fotografo Gary Burden e condiviso sui social nell’aprile di quest’anno, poi materializzatosi in un vero e proprio disco dopo vari mesi di conferme e smentite, tracklist ipotizzate e date di pubblicazioni costantemente in bilico. Non è un caso che siano serviti esattamente quarantuno anni per far sì che questo disco prendesse una forma definita, sepolto – come da sempre ci ha abituati Young – sotto la mole di un quantitativo di progetti difficili da seguire e quantificare.

Giusto per non smarrire le linee guida, però, è giusto fare un passo indietro e settare la bussola al 1976, o più precisamente al biennio ‘75-‘76. Con il Nostro a barcamenarsi tra un Zuma che nel frattempo aveva riavviato l’auto da competizione targata Crazy Horse – proprio dopo aver inanellato quella trilogia di polvere, sangue e sogni rintracciabile alle voci Time Fades Away, On The Beach e Tonight’s the Night – e la registrazione di ben altri due album: Homegrown (ancora inedito) e Chrome Dreams. L’alba del 1976 porta con sé una proficua collaborazione a Miami con Stephen Stills che si concretizzerà in quel Long May You Run che deluse quantomeno le attese del duo, e in un tour promozionale che Young mollò dopo una manciata di date. Pochi mesi più tardi, sotto il sole cocente d’agosto, Neil sale sul suo pickup e chiama con sé il fido David Briggs (collaboratore di vecchia data) e Dean Stockwell alla volta degli Indigo Ranch Studios di Mailbu: «Con David passai la notte a registrare nove canzoni acustiche incise su un nastro che intitolai Hitchhiker. Era un’opera fatta e finita, nonostante io fossi piuttosto strafatto, come è chiaro sentendo quelle performance», dichiarerà qualche anno più tardi nella sua autobiografia.

A raccontare il resto è lo stesso Hitchhiker: la title track è un’altra brevissima biografia in musica scissa tra paranoie e storie di droghe vissute in prima persona. Dieci brani in tutto, otto già noti in quanto finiti – in versioni rimaneggiate – in album successivi, e due inediti, Hawaii e Give Me Strenght, quest’ultimo eseguito sporadicamente dal vivo, che restituiscono nitidamente l’atmosfera respirata in quel periodo di profondi mutamenti, metabolizzati e tradotti in musica dalla penna del folk man. Un disco essenziale per animi leggeri che si affida alla più rodata formula chitarra-armonica, con il solo intervento di un pianoforte in chiusura (The Old Country Waltz). Nel lasciar fluire la scaletta, avvertiamo distintamente Young sorridere tra i denti, sussurrare qualche indicazione. Condividiamo con lui, vivendola in prima persona, la creatività che ne ha contraddistinto una carriera da solitario outsider. Hitchhiker, da questo punto di vista, rappresenta una suggestiva finestra aperta su un’intimità da sempre celata e custodita gelosamente. Una feroce delicatezza che abbiamo avvertito in un assolo infinito, nell’afflato di un’armonica o negli ultimi rintocchi in lontananza di tasti in bianco e nero. Fidatevi, sarà un autunno più caldo col sole di Malibu a benedirvi.

11 Settembre 2017
Leggi tutto
Precedente
Trailer Trash Tracys – Althaea Trailer Trash Tracys – Althaea
Successivo
Wu-Tang Clan – Enther the Wu-Tang (36 Chambers) Wu-Tang Clan – Enther the Wu-Tang (36 Chambers)

album

album

album

artista

album

artista

Altre notizie suggerite