!!! (Chk Chk Chk) – UR Paranoid

Tutti i video di !!!
Precedente
Le Capre a Sonagli – Cocktail Le Capre A Sonagli - Le Capre a Sonagli – Cocktail
Successivo
Ty Segall – Taste Ty Segall - Ty Segall – Taste

Info

Dal 3 giugno 2019 sono disponibili in streaming due nuovi brani degli !!! (Chk Chk Chk), UR Paranoid e Off the Grid. A distanza di due anni dalle ultime pubblicazioni, la band californiana capitanata dalla voce di Nic Offer pare intenzionata a cambiare rotta, ma senza dimenticarsi del suo recente passato. Mentre Off the Grid è percepibile come l’evoluzione naturale dei suoni di Shake the Shudder, UR Paranoid cerca esplicitamente di abbandonare quella «plasticosa ballabilità funkettosa e pailettosamente primi ’80» (così l’aveva definita Luca Roncoroni nella sua recensione) che era stata portante gli anni scorsi. Ipotizzando l’uscita di un nuovo album (l’ottavo della carriera), ci si può domandare se il tempo delle danze goderecce ed evanescenti sia da definirsi un capitolo chiuso (e integrato), magari a favore di nuove urgenze.

Di UR Paranoid è stato pubblicato un videoclip che ribadisce un certo distacco da quelli precedenti: siamo diametralmente all’opposto rispetto alla regia euforica di Dancing is the best Revenge o The One 2. A tal proposito, nella nota stampa, gli !!! (Chk Chk Chk) elogiano la regista Amanda Lovejoy Street, la quale dice di essersi ispirata al «teatro sperimentale, ai film horror psicologici a basso costo, Saul Steinberg, Carl Jung». Grandi influenze al servizio di un semplice pensiero: «chi è che non si sente paranoico o non vuole uscire dalla “rete” immediatamente? Ci sarà comunque da divertirsi in futuro… lo promettiamo. Ma volevamo partire con una coppia di brani che abbiamo scritto durante delle notti buie e tempestose. Siamo davvero entusiasti di tornare in pista con queste nuove canzoni, le abbiamo già suonate dal vivo e stanno fottutamente spaccando».

Su SA potete recuperare tutto lo storico degli !!! (Chk Chk Chk). In particolare, potete leggere anche la recensione di Shake the Shudder (scritta da Luca Roncoroni) e quella di As If (scritta da Edoardo Bridda).

di Nicola Rakdej

Altre notizie suggerite