FKA Twigs – Magdalene
Nov
08
2019

FKA Twigs

FKA Twigs – Magdalene

Young Turks

PopR’n’bTrip hop
Precedente
Wave Patrick Watson - Wave
Successivo
Hollywood’s Bleeding Post Malone - Hollywood’s Bleeding

Info

Dopo la pubblicazione risalente ad aprile 2019 del singolo Cellophanee relativo video il cui making of è raccontato nel cortometraggio Practice – FKA Twigs annuncia all’inizio di settembre 2019 la pubblicazione del suo nuovo album, intitolato Magdalene (stesso titolo della serie di show che l’artista ha tenuto la scorsa primavera, tra cui c’era anche il Primavera Sound Festival di Barcellona) e successore di LP1, pubblicato cinque anni fa.

Il nuovo disco, in uscita il 8 novembre 2019, si avvale innanzitutto della collaborazione di Nicolas Jaar (che lo ha co-prodotto assieme alla cantante e performer). Presenti inoltre Future, Skrillex e Jack Antonoff, tutti accreditati nel pezzo Holy Terrain (che è stato condiviso il 9 settembre alle ore 20:30) e Oneohtrix Point Never.

Tre anni fa, in un’intervista concessa a i-D la cantante aveva parlato per la prima volta del duro sforzo che le richiese il ritorno al lavoro in seguito ad un intervento chirurgico per un tumore all’utero. In quell’occasione aveva inoltre descritto la nuova prova come «ogni amante che abbia avuto ed ogni amante che avrà», specificando inoltre che, a livello musicale, è un’opera che «quando pensi sia fragile e pronta per andar in pezzi, se ne esce con una forza e un senso di ribellione che nessun suo lavoro precedente ha mai posseduto».

«Non ho mai pensato che il dolore per un cuore spezzato fosse così universale – ha aggiunto poi Twigs in una recente press release – Non ho mai pensato che il mio corpo avrebbe potuto smettere di funzionare fino al punto da non riuscire più ad esprimermi fisicamente nel modo in cui ho sempre amato farlo e in cui ho sempre trovato conforto. Mi sono sempre allenata ad essere al meglio che potessi, ma non potevo farlo questa volta, non avevo scelta se non fare a pezzi ogni processo. Ma il processo di creazione di questo nuovo album mi ha premesso, per la prima volta e nel modo più reale possibile, di trovare compassione nei momenti in cui mi sentivo sgraziata, confusa e rotta. Ho smesso di giudicare me stessa e in quel momento ho trovato la speranza in Magdalene. A lei sono eternamente grata».

Sulla presenza di Future nel nuovo album Twigs è entusiasta: «È un vero tesoro – racconta sempre nella press – Gli ho mandato il brano, poi l’ho chiamato spiegandogli che l’album è davvero potente, ma anche delicato. La canzone [con il suo feat.] è una delle più divertenti del disco, ma mi mancava il testo. Lui mi fa: “OK, ci lavoro”. La sua parte è stupenda, parla semplicemente dei suoi momenti bui… …Amo il Future triste. Adoro quando diventa emo, quando esprime se stesso».

di Valerio Di Marco

Altre notizie suggerite